Fatti

Il dolore di Malala per le donne in Afghanistan dopo la presa di Kabul dei talebani

neXt quotidiano|

malala yaousafzai kabul talebani

Per una come Malala Yousafzai, l’avanzata dei talebani che prendono gradualmente il controllo dell’Afghanistan non può che essere un colpo al cuore. Ad appena 13 anni il suo blog per la Bbc nel quale documentava il regime dei talebani pakistani, contrari ai diritti delle donne e il diritto all’istruzione per i bambini, era seguitissimo.

Il dolore di Malala per le donne in Afghanistan dopo la presa di Kabul dei talebani

Oggi, dal suo profilo Twitter, ha manifestato tutta la sua amarezza per la presa di Kabul: “Guardiamo allibiti i talebani prendere il controllo dell’Afghanistan. Sono sinceramente preoccupata per le donne, per le minoranze e per tutti i diritti umani. I poteri globali, regionali e locali devono chiedere un immediato cessate il fuoco e fornire urgentemente aiuto e protezione umanitaria ai rifugiati e ai civili”.

Malala è sempre stata una voce molto influente nel mondo arabo. La sua popolarità era tale che Il 9 ottobre 2012 è stata gravemente colpita alla testa in un attentato portato avanti da uomini armati, saliti a bordo dello scuolabus con cui lei tornava a casa da scuola. Ihsanullah Ihsan, portavoce dei talebani, rivendicò l’attacco, definendo la giovane “il simbolo degli infedeli e dell’oscenità”.

Ricoverata nell’ospedale militare di Peshawar, è sopravvissuta all’attentato ed è stata minacciata di ulteriori agguati, condizione che l’ha costretta a vivere sotto protezione. Il 10 ottobre 2014 è stata insignita del premio Nobel per la pace assieme all’attivista indiano Kailash Satyarthi, diventando con i suoi diciassette anni la più giovane vincitrice di un premio Nobel.

Intanto la partita a Kabul sta per chiudersi: i principali Paesi stanno smantellando le ambasciate mentre una delegazione del governo afghano si recherà in Qatar per incontrare i rappresentanti dei talebani e discutere una transizione di potere. Si tratta per una resa pacifica della capitale, e i talebani stanno dicendo ai loro combattenti di rimanere in attesa ai margini della città in attesa di un accordo.