Attualità

“Licenziare gli operatori sanitari che non si vogliono vaccinare? Sì”: la risposta inflessibile di Lopalco | VIDEO

“Ci sono tanti bei mestieri, se uno non si vuole vaccinare vada a fare altro”, dice senza mezzi termini Pierluigi Lopalco a Piazzapulita

“Licenziare un operatore sanitario che non si vaccina? Si. Ci sono tanti bei mestieri, se non voglio vaccinarmi vado a fare il verduraio o il meccanico”: l’epidemiologo e assessore alla sanità della Regione Puglia Pierluigi Lopalco ieri a Piazzapulita ha spiegato chiaramente cosa ne pensa, dopo la legge regionale che  inibisce l’accesso ai reparti degli istituti di cura agli operatori sanitari se non vaccinati. In pratica un provvedimento che obbliga alla vaccinazione, visto che come ha spiegato Lopalco ” è difficile trovare un luogo dove un operatore sanitario non vaccinato contro il COVID non faccia danni”.

lopalco piazzapulita licenziare operatori sanitari no vax

Non si possono licenziare, continua l’epidemiologo ma “almeno con questa legge noi in Puglia potremmo allontanare quei lavoratori perché non sono idonei alla mansione essendo non vaccinati”. Per Fortuna Lopalco aggiunge che ancora il caso non si è presentato perché “abbiamo avuto un’enorme adesione”, ma avverte “il problema è che in questo momento gli infermieri sono forti del fatto che sono pochi e c’è un bisogno incredibile del loro lavoro soprattutto nelle RSA”. E alla domanda di Formigli se è giusto il licenziamento l’assessore risponde senza esitazioni “Sì, se uno non si vuole vaccinare vada a fare un altro mestiere.  Ieri a Un giorno da pecora’ su Radio1 Rai Lopalco aveva spiegato: “Quando penso di finire di vaccinare tutti i pugliesi? Entro l’estate, entro luglio vorrei aver vaccinato almeno metà dei pugliesi. E non è una cosa impossibile”.