Attualità

Lombricolage: l'alleanza tra M5S e lombrichi per un mondo migliore

lombricolage-tamburrano-palermo-m5s-3

Nel film di fantascienza 2022: i sopravvissuti i protagonisti scoprono che il Soylent Verde, una specie di gelatina che costituisce l’unico cibo rimasto a disposizione della razza umana è fatto con i cadaveri degli esseri umani, una sorta di compost insomma. Ieri a Palermo durante Italia a Cinque Stelle 2016 l’europarlamentare Davide Tamburrano ha presentato una delle ultime invenzioni del M5S: il Lombricolage: ovvero un compostatore di fondi da caffé ideato dal portavoce all’Europarlamento per consentire a tutti i cittadini di mettere in atto l’alleanza tra gli esseri umani e i lombrichi.

Dario Tamburrani e il lombricolage a Italia 5… di next-quotidiano

Un simbolo della nuova alleanza tra uomo e natura!

In fondo prima o poi anche noi finiremo ad essere cibo per vermi, quindi tanto vale tenerseli amici. Il compostatore cilindrico ideato da Tamburrano è stampato con la stampante 3D, perché se il Movimento Cinque Stelle vuole fare una cosa la fa bene fino in fondo. E quindi dal momento che non è in commercio chiunque potrà stamparsi il Lombricolage in casa, o andare a farselo stampare dall’amico che ha la stampate 3D. Ma in che modo i lombrichi ci salveranno? È presto detto, depositando i fondi di caffè nel Lombricolage i lombrichi li trasformano in concime che potrà essere usato per le piantine sul terrazzo o addirittura per l’orto (però a questo punto di caffè dovrete berne davvero tanto). Anche Tamburrano lo usava per concimare il suo orticello, ma – ammette – ora in Europa è più difficile (maledetta Europa che rendere difficile ad un portavoce coltivare il suo orticello!1) e quindi si limita a curare un vasetto di pomodori in ufficio. In pochi minuti di intervento abbiamo tutto: l’auto produzione del concime (e fin qui niente di nuovo), l’auto produzione del compostatore e l’autoproduzione del cibo bio  a km 0 (anzi a metro zero).
lombricolage-tamburrano-palermo-m5s-1
 
Tutto a posto? Non proprio, perché Rosita Celentano – da sempre grillina e animalista convinta – è preoccupata per la buona salute dei lombrichi. Non è che a stare dentro  il Lombricolage soffrono? Non è che al lombrico non piace essere sfruttato? Dobbiamo attenderci rivolte dei lombrichi e contestazioni degli animalisti? A quanto pare no, perché Tamburrano rassicura la platea spiegando che se il lombrico soffrisse dentro il barattolone di plastica allora scapperebbe. Ma non è così, perché ci stanno così bene che ci fanno addirittura le uova. Insomma, non solo il Lombricolage è un utile strumento per la fertilizzazione ma è anche un grandissimo spot per il Fertility Day. Anche Rosita alla fine sembra essere abbastanza convinta dalle garanzie date da Tamburrano: non è uno sfruttamento forzato ma una vera e propria alleanza; «speriamo – chiosa alla fine la Celentano – perché dobbiamo essere tutti uniti e non ci deve essere distinzione tra essere umano e animale». E con cosa, se non con il lombrico, l’uomo moderno, l’homo tecnologicus, potrebbe tornare alla terra? Tamburrano è una persona modesta e non lo dice ma è evidente che tra le migliaia di possibilità aperte da questa nuovissima tecnologia (usata da sempre dagli appassionati di pesca, ma loro i lombrichi li sfruttano) c’è anche quella relativa alla didattica. Presto allora, un Lombricolage in ogni classe, per insegnare ai nostri bimbi come si fa il compost.
lombricolage-tamburrano-palermo-m5s-4
Ma non a tutti è piaciuta l’idea di Tamburrano: questo è lo sprezzante commento del torinese Vittorio Bertola.