Attualità

L’omaggio del festival di Sanremo a Ennio Morricone

Il compositore e direttore d’orchestra che ha reso grande l’Italia nel mondo è scomparso la scorsa estate all’età di 92 anni

Ennio Morricone

“Un grande maestro, un genio italiano che ha reso immortali le più belle pagine di cinema. La sua musica resterà per sempre”. Annuncia così il ricordo di Ennio Morricone Amadeus dal palco dell’Ariston, chiamando a esibirsi Nello Salza, il trombettista solista del compositore che ha reso grande l’Italia nel mondo. Ma non solo: perché a continuare a ricordare il maestro ci pensa l’orchestra, diretta dal figlio Ennio, compositore anche lui, Andrea Morricone. Poi ancora con Il Volo, sempre diretti dal figlio del maestro, che ha formato, cresciuto e dato forma al trio di giovani cantanti che ora (secondo alcuni a ragione, secondo altri a torto) si esibiscono in tutto il mondo.

Ennio Morricone omaggio Sanremo
Foto IPP/picture alliance / Photoshot
Roma 1993
nella foto il compositore musicale Ennio Morricone durante le prove nella studio di registrazione
– WARNING AVAILABLE ONLY FOR ITALIAN MARKET – Italy Photo Press –

L’omaggio di Sanremo, chi era Ennio Morricone

Una carriera lunghissima, iniziata nel lontano (lontanissimo) 1955. È questo l’anno in cui inizia ad arrangiare musiche per il cinema, venendo assunto in Rai come assistente musicale (si licenziò il giorno dopo). Inizia a collaborare con artisti come Gianni Morandi e Mina. Poi il salto al cinema, firmando le composizioni per alcuni dei registi hollywoodiane più famosi al mondo, tra cui (ovviamente) Sergio Leone. Poi premi su premi, riconoscimenti da ogni dove, per arrivare a vincere nel 2007 l’Oscar alla carriera e nel 2016 quello per la miglior colonna sonora con The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

Un artista che ha reso grande l’Italia nel mondo, tanto che nel giorno della sua scomparsa sono arrivati messaggi provenienti da ogni parte. Questo la nota del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un’impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell’Italia nel mondo