Fatti

L’olimpionico Antonio Rossi colpito da infarto durante una mezza maratona

Il campione Olimpico di Atlanta ’96 e Sydney 2000 si trova ricoverato a Como. Le sue condizioni sono monitorate dal personale medico dell’Ospedale Sant’Anna

Antonio Rossi

Attimi di paura durante una mezza maratona in Veneto. L’ex campione olimpico e mondiale di canoa, Antonio Rossi, è stato colpito da un infarto mentre stava affrontando una gara amatoriale. Il tutto è avvenuto nella giornata di domenica, ma la notizia è stata diramata solamente oggi. Le sue condizioni di salute appaiono buone e sono monitorate dal personale medico dell’Ospedale Sant’Anni di Como, dove è stato trasferito dopo le prime cure ricevute a Conegliano.

Antonio Rossi, l’olimpionico colpito da infarto durante una mezza maratona

Il 52enne, oggi sottosegretario in Regione Lombardia e membro della Giunta con la delega ai grandi eventi sportivi, ha commentato con ironia quanto gli è accaduto domenica mattina in Veneto, segno di uno scampato pericolo dopo le preoccupazioni iniziali: «Volevo una scusa plausibile per godermi in santa pace le Olimpiadi»,  ha spiegato Antonio Rossi rispondendo ai cronisti, come riporta la Gazzetta dello Sport.

L’ex campione olimpico (già portabandiera italiano alle Olimpiadi di Pechino 2008) ha accusato il malore mentre si trovava in Veneto, impegnato in una mezza maratona amatoriale. Durante quella corsa, Antonio Rossi è stato costretto a fermarsi e a chiedere il soccorso. Poi il trasferimento all’ospedale di Conegliano dove è stato sottoposto ai primi accertamenti e alle prime cure del caso. Superata la fase iniziale, ha ottenuto il trasferimento in Lombardia, all’Ospedale di Como, dove è tutt’ora ricoverato.

«Grazie a tutti quelli che si sono preoccupati per me. È andato tutto bene, sia Conegliano dove mi hanno dato i primi soccorsi che a Como dove mi hanno operato. Fatto il tagliando dei 50 anni sono come nuovo». Giovedì dovrebbe lasciare l’ospedale di Como – dove lavora il suo amico cardiologo Mario Galli – e fare ritorno a casa. Nelle prossime settimane le sue condizioni saranno monitorate dai medici e poi potrà tornare al suo lavoro nella giunta meneghina.

(foto: da Instagram)