Attualità

OPS! “Live non è la D’Urso” chiude per bassi ascolti

Ormai il mondo come era un anno fa non esiste più: c’era il governo Conte, ci ricordavamo ancora come era vivere senza le restrizioni della pandemia e Barbara D’Urso andava alla grande. E invece…

matteo salvini barbara d'urso

Ormai il mondo come era un anno fa non esiste più: c’era il governo Conte, ci ricordavamo ancora come era vivere senza le restrizioni della pandemia e Barbara D’Urso andava alla grande. Ma il pubblico di una volta ora non c’è più. “No more «I love you’s»” diceva la canzone ed è un po’ quello che è successo anche alla trasmissione serale di Carmelita, Live-Non è la D’Urso, che incredibilmente chiude in anticipo per gli ascolti troppo bassi. Racconta Giuseppe Candela su Dagospia:

Il discusso talk show alle prese con i bassi ascolti, tra il 10-12% fino a notte fonda, dovrebbe salutare il pubblico di Canale 5 addirittura tra fine marzo e inizio aprile: dalle parti di Cologno Monzese il vento sembra essere molto cambiato da qualche tempo. Si starebbe studiando una soluzione per evitare di far passare la chiusura come una sonora bocciatura per Carmelita, come la chiamano i suoi fan

salvini non è la d'urso

Al posto di Live Non è la Urso andrà in onda dall’11 aprile Paolo Bonolis e il suo “Avanti un altro” adattato alla prima serata. Da chi andranno ospiti Salvini e Meloni adesso? Quando mai rivedremo scenette così edificanti e opportune come quella del leader della Lega e della D’Urso che pregano insieme? Vi ricordate quel momento di grandissima televisione andato in onda a Live – Non è la D’Urso? Matteo Salvini e la conduttrice Barbara D’Urso avevano “pregato” insieme recitando un velocissimo Eterno Riposo in diretta su Canale 5. La D’Urso ci aveva tenuto a far sapere che per lei questa non è una novità, visto che lei recita il rosario tutte le sere e Salvini aveva risposto che anche lui lo fa. In diretta ci sono anche Gianluigi Nuzzi e Alda D’Eusanio. “Siamo in due, Barbara”, rispondeva Salvini quando la conduttrice diceva di recitarlo tutte le sere e poi ripeteva la preghiera: “Risplenda ad essi la luce perpetua, riposino in pace amen”. E amen sia.