Attualità

L'incendio nel deposito di plastica della Eco X sulla Pontina

eco x pomezia incendio pontina

Nella zona di Pomezia, alle porte di Roma, sulla via Pontina vecchia al chilometro 33, è divampato un rogo all’interno di un deposito di plastiche, carta e altri materiali riciclati: a causa della combustione nel cielo si sta innalzando una grande nube di fumo nero, visibile a diversi chilometri di distanza. Sul posto sono al lavoro dalle 8.30 i vigili del fuoco di Roma e Pomezia, con almeno dieci squadre con l’ausilio di carri schiuma e di un mezzo simile a quello usato negli aeroporti con liquido schiumogeno.

L’incendio nel deposito di plastica Eco X della Pontina

I vigili comunicano che “al momento la densa colonna di fumo è sotto controllo: non ci sono persone ferite o intossicate, non ci sono grosse difficoltà per la viabilità e al momento non ci sono danni riscontrabili all’ambiente. Per ora fumo e fiamme non hanno coinvolto centri abitati”. Su Twitter i vigili del fuoco hanno comunque invitato la popolazione a “non aprire le finestre delle abitazioni”.


Ad andare in fiamme sarebbero state delle balle compresse di materiale plastico. Sul posto anche la polstrada di Aprilia e la protezione civile. Per spegnere l’incendio è stato anche fatto venire dell’aeroporto un automezzo speciale, il veicolo Dragon. La densa colonna di fumo nera che si è alzata in cielo è ben visibile da Pomezia fino a Roma alle Capannelle. Il sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado nel raggio di due chilometri e l’allontanamento dei residenti nel raggio di cento metri.