Attualità

L'esplosione del palazzo in viale Palmiro Togliatti

via vito giuseppe galati via togliatti

Esplosione e fiamme in un palazzo alla periferia di Roma: un uomo di 50 anni è morto e ci sono 30 feriti, di cui uno in codice rosso, sono stati trasportati in ospedale dal 118. E’ accaduto intorno alle 3 in via Vito Giuseppe Galati, in zona Palmiro Togliatti. Sul posto Vigili del fuoco e Polizia. L’uomo è deceduto a causa dell’intossicazione da fumo. La probabile causa è una fuga di gas propagatasi da una bombola intorno alle 4,10. Parlando con Sky, Francesco Tamburlani, caporeparto dei vigili del fuoco, racconta l’intervento delle forze di sicurezza nel palazzo e conferma il bilancio che parla di un morto e 30 feriti.


palmiro togliatti via vito giuseppe galati
L’esplosione in via Vito Giuseppe Galati a Roma (Foto da: Google Maps)

L’ESPLOSIONE DEL PALAZZO IN VIALE PALMIRO TOGLIATTI A ROMA
Secondo quanto si è appreso, la vittima è un 50enne napoletano, che è stato trovato morto dai Vigili del fuoco all’interno del bagno, senza finestra, di un appartamento del piano superiore rispetto a quello da cui è partita l’esplosione. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali della città dal 118, intervenuto con sei ambulanze e un’automedica; il più grave al Pertini. Secondo fonti sanitarie, altre persone hanno raggiunto i pronto soccorso con mezzi propri. Sarebbe partita da un appartamento al primo piano l’esplosione nel palazzo alla periferia di Roma, dove nella notte è morto un uomo e diverse persone sono rimaste ferite. L’ipotesi è che sia partita da una bombola del gas trovata all’interno dai vigili del fuoco. In casa non c’era nessuno. Secondo quanto si è appreso, l’inquilina era stata sfrattata tempo fa. Sulla vicenda indaga la Polizia.  «Si è sentito un boato fortissimo», racconta un soccorritore. Danneggiate anche quattro auto parcheggiate in strada. «Per la paura due persone si sono lanciate dalla finestra», hanno raccontato testimoni all’agenzia di stampa ANSA. Diversi i feriti portati in ospedale. 14 al momento con ambulanze del 118 di Roma più altri avrebbero raggiunto i pronto soccorso con mezzi propri. Il più grave, in codice rosso, ha vari traumi. Secondo le ipotesi delle forze dell’ordine l’esplosione di una bombola gpl in una palazzina di via Vito Giuseppe Galati a Roma non sarebbe un incidente ma un vero e proprio atto doloso. E’ l’ipotesi investigativa in base ai primi accertamenti nell’appartamento dove è avvenuta la deflagrazione e dove era avvenuto da poco uno sfratto e il gas della cucina era chiuso e sigillato. Sul posto sono ancora al lavoro i vigili del fuoco e la polizia di Stato. Un biglietto con minacce è stato trovato dagli investigatori sotto la palazzina di via Vito Giuseppe Galati. Si tratta di un biglietto con la scritta: «Questa casa non ve la farò godere perché siete ladri, ladri». Il biglietto si trovava sopra una Smart parcheggiata proprio davanti allo stabile ed è stato sequestrato dagli agenti della polizia scientifica.