Attualità

L'Erasmus dei liceali

7300 studenti delle scuole superiori hanno studiato all’estero nel 2014, contro i 3500 del 2009: l’Erasmus dei liceali ha un sempre maggiore successo, e l’analisi dei luoghi di elezioni mostra che l’Europa la fa ancora da padrona. Scrive il Corriere:

Le famiglie appoggiano il loro desiderio di apertura. È vero, ancora non sono tanti: rappresentano poco più dell’1% della popolazione scolastica di terza e quarta superiore. Ma è un tragitto che fanno di corsa: erano 3.500 nel 2009, 7.300 lo scorso anno, più che raddoppiati in un lustro. Il loro cammino però procede zoppo. «Con una gamba (quella degli studenti e dei loro genitori) che vuole correre e quella dei docenti che tengono il freno a mano tirato», riassume Roberto Ruffino, segretario generale di Intercultura, onlus che dal 1955 promuove scambi in sessanta Paesi. Perché mentre chi parte si dimostra sempre più curioso e attratto anche da mete insolite, come Perù, Bolivia, Filippine (in Asia andrà il 14% degli studenti, ma la parte del leone la fa sempre l’Europa, scelta dal 35,6%), i prof che dovrebbero accompagnarli — con l’insegnamento delle lingue, la collaborazione con scuole estere, il sostegno a programmi di mobilità — segnano il passo.

erasmus liceali
L’erasmus dei liceali (Corriere della Sera, 27 settembre 2015)