Attualità

Dire “la Lega è razzista” non costituisce reato: Cécile Kyenge assolta

Ieri pomeriggio il Tribunale di Piacenza ha assolto Cécile Kyenge dall’accusa di diffamazione per aver detto “la Lega è razzista “perché il fatto non costituisce reato”

cécile kyenge

Ieri pomeriggio il Tribunale di Piacenza ha assolto Cécile Kyenge dall’accusa di diffamazione per aver detto “la Lega è razzista “perché il fatto non costituisce reato”.

Dire “la Lega è razzista” non costituisce reato: Cécile Kyenge assolta

La frase era stata pronunciata dall’ex ministro per l’Integrazione del Governo Letta sul palco del Festival dell’Unità di Fontevivo, in provincia di Parma. La Kyenge, durante un’intervista, aveva dichiarato “la Lega è razzista”. Le sue parole si riferivano a un fotomontaggio di una sua foto con un orango pubblicato su Facebook dall’ex parlamentare della Lega Nord Fabio Rainieri. Il leghista fu  querelato e poi condannato a risarcire l’eurodeputata del Partito Democratico per la cifra di 150mila euro.

lega razzista cecile kyenge assolta

Durante l’intervista a Fontevivo Cécile Kyenge aveva quindi detto:  “All’ultima udienza  sono andata al processo con il mio avvocato pagato da me, mentre Rainieri si è presentato con il legale del suo partito. Questo significa che la Lega è razzista, perché se paghi un avvocato per una causa di questo tipo, vuol dire che condividi le sue idee”. Ora l’assoluzione.  Insieme a Kyenge è stato assolto anche il direttore del quotidiano ParmaToday che aveva pubblicato l’intervista.