Attualità

Le strade più pericolose per i ciclisti

I ciclisti sono la categoria più a rischio di incidenti sulle strade extraurbane dopo i motociclisti. Sono stati 273 quelli vittime di incidenti stradali nel 2014 (233 maschi e 40 donne) e 16.994 i feriti (11767 maschi e 5227 donne), su un totale di 18055 biciclette coinvolte. Il maggior numero di vittime si registra nella fascia di età tra i 70 e gli 89 anni (42,5% del totale dei morti), quello di feriti tra i 35 e 54 anni (il 33% del totale). I dati raccolti dall’Automobil Club in base a statistiche Istat e raccontati oggi dal Corriere della Sera riportano migliaia di traumi importanti, tra quelli che coinvolgono i ciclisti della città e gli appassionati della bici da corsa. «Cinque linee nere d’asfalto, in testa l’Aurelia (in particolare una tratta di 30 chilometri in provincia di Savona), seguita da Adriatica (Pesaro, Urbino, Rimini, Macerata, Teramo), Padana Superiore, Emilia (Forlì-Cesena), Pontebbana. C’è perfino l’indicazione dei chilometri cruciali, segnati lungo il guard rail da lumicini e mazzi di fiori lasciati da famiglie e compagni».

strade pericolose ciclisti
Le strade più pericolose per i ciclisti (Corriere della Sera, 11 aprile 2016)