Attualità

La telefonata tra monsignor Paglia e il finto Renzi sul Papa e su Marino

La Zanzara ha mandato in onda una telefonata al presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, Vincenzo Paglia ad un finto Matteo Renzi. Paglia, pensando di parlare con il presidente del Consiglio, racconta una serie di retroscena sulla storia del viaggio di Ignazio Marino con il Papa a Philadelphia. Monsignor Paglia tra l’altro è conoscente del premier, e da qui si spiega la particolare confidenza nella telefonata. Il finto Renzi chiede a Paglia se Marino si è imbucato, e lui lo conferma: «Marino? Certo che si è imbucato. Lui ha brigato per, e questo ha innervosito il Numero Uno [ovvero il Papa]». Poi il finto premier chiede a Paglia se si fidano per il Giubileo, e Paglia è convinto: «Questo è il problema. Marino ha insistito per vederlo e rivederlo, e questo ha scocciato il Papa. Forse aveva qualcosa da farsi perdonare a Philadelphia, forse cerca un appoggio. Ma questo mette un bel freno al rapporto». Renzi poi gli chiede se deve intervenire, e Paglia risponde che il Papa non gli chiederà mai di intervenire nei confronti del sindaco. Paglia conclude complimentandosi con Renzi, dicendogli di tener duro e aggiungendo che deve dirgli qualcosa di riservato, prima dei saluti del finto Renzi.