Sport

La Supercoppa italiana si giocherà in Arabia Saudita. Ma non sarebbe stato meglio in Italia?

Lo ha annunciato il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino: “Il tema dei diritti umani? Io seguo la Serie A e preferirei non entrare in questo tema”

Ci siamo tutti (o quasi) indignati per la Superlega, perché leva il calcio ai tifosi per restituirlo – solo ed esclusivamente (più di quanto già non sia oggi) – al dio danaro. E oggi, allora, non si può rimanere silenti dopo l’annuncio del presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino, che ai microfoni di Radio 1 ha confermato che la Supercoppa italiana sarà disputata in Arabia Saudita, e col pubblico. Quando? Presumibilmente nel gennaio del 2022.

Vero è che questa non sia proprio una novità: è già successo che gare del genere venissero trasferite in luoghi remoti del pianeta (quello calcistico). Prendiamo l’esempio della Cina, che nel 2015 ha ospitato la sfida tra Juventus e Lazio. E si può andare ancora più indietro, riavvolgendo il nastro arrivando fino al lontano 1993, quando i vincitori della Serie A e quelli della Coppa Italia (rispettivamente Milan e Torino), sono andati fino a Washington per sfidarsi (per i curiosi: finì 1-0 per i rossoneri, rete di Marco Simone). Ma gli esempi sono tanti, dieci per la precisione. E allora perché indignarsi proprio oggi? 1) perché il fatto che non l’abbiamo fatto finora non significa che non possiamo iniziare a farlo oggi; 2) perché abbiamo ucciso la Superlega facendo leva sui valori dello sport, e ora dovremmo fare lo stesso; 3) perché molti giornalisti hanno denunciato la situazione di sfruttamento dei lavoratori che lì in Arabia stanno costruendo gli stadi che ospiteranno anche i mondiali (e anche con i soldi della Fifa). E poi: è giusto pensare che il derby d’Italia tra Juventus e Inter debba essere visto allo stadio da tutti tranne che da tifosi interisti e juventini?

Cosa ha detto Paolo Dal Pino, presidente della Lega di Serie A sulla Supercoppa

Il presidente della Lega di Serie A, Paolo Dal Pino, ospite di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1, ha confermato che la Supercoppa italiana si giocherà in Arabia Saudita: “La prossima partita di Supercoppa sarà in Arabia Saudita con il pubblico, sarà una partita straordinaria, Inter-Juventus, un grande spot del nostro calcio all’estero. Il tema dei diritti umani? Questo contratto è stato firmato 2-3 anni fa, io non c’ero. C’era un intenso rapporto di collaborazione con al Federazione dell’Arabia Saudita, ci sono state molte discussioni attorno al calcio femminile: abbiamo fatto diversi incontri per andare in una direzione di apertura ai diritti umani. Io seguo la Serie A e preferirei non entrare in questo tema dove ci sono discussioni che non riguardano la nostra struttura”.