Attualità

La sfuriata di Asia Argento contro Senaldi: “Ti infilo un tacco in bocca”

L’attrice contro il direttore di “Libero” da Giletti: “Zitto. Hai rotto le p**** a tutte le donne. Dovresti essere radiato dall’ordine dei giornalisti”

Asia Argento vs Pietro Senaldi. Difficile dire chi dei due possa aver vinto nella querelle di ieri sera a Non è l’Arena. Quello che è certo è che i due non si vogliono un granché bene, e da Giletti lo hanno dimostrato. Non provano neanche grande stima l’una dell’altro. Tant’è che la donna ha detto al direttore di Libero: “Quello che fai col tuo giornale è giornalismo da quattro soldi, dovresti essere radiato dall’ordine”. Questo perché Senaldi ha continuato a ripetere una frase della donna che – se estrapolata dal contesto – può sembrare quantomeno “strana”. E ovvero: “Lo stupro mi ha arricchito”, dando il là al direttore di Libero. Da lì la bufera: lui l’attacca per aver pronunciato una frase del genere. E dice: “Come si fa a dare questo messaggio alle donne? Lo stupro non può arricchire”. E lei: “Come al solito estrapoli una frase da un contesto già ampio e ci fai un titolo”. Quello che infatti intendeva dire l’attrice – e lo ha più volte poi ripetuto in studio – era che dopo aver denunciato pubblicamente lo stupro ha avuto la possibilità di conoscere molte donne abusate. E vivere le loro storie e poterle aiutare le ha dato l’opportunità di crescere come persona.

Un discussione con lei che si toglie dal piede una scarpa e dice a Senaldi: “Stai zitto, hai rotto le pa**e a tutte le donne, ti infilo il tacco in bocca come in un film di Dario Argento. Hai un’anima sporca”. E lui che urla: “Sei una donna violenta”. A porre fine alla parentesi (che era dedicata all’affaire Genovese), è stata l’avvocata di Asia Argento, che ha chiarito che “lei ha detto che quell’esperienza negativa le ha consentito di avere la forza di tirare fuori questo dramma che ha vissuto e di condividerlo con altre persone, perché il silenzio è un’altra forma di violenza. Questo è importante”.