Fatti

La Commissione d’inchiesta sul femminicidio del Senato ha aperto un’indagine su Saman

Ieri il cugino è stato consegnato alle autorità italiane. Mentre continuano le ricerche del corpo della giovane ragazza

Saman rossella angiolini

L’ufficio di presidenza della commissione d’inchiesta sul femminicidio del Senato ha deliberato di avviare subito un’indagine sul caso della scomparsa di Saman Abbas, la ragazza appena maggiorenne di Novellara (Reggio Emilia) che gli inquirenti ritengono sia stata uccisa dallo zio perché rifiutava un matrimonio combinato.

“E’ motivo di sgomento per tutti noi – spiega la senatrice Valeria Valente, presidente della Commissione sul Femminicidio e la violenza di genere – che Saman Abbas possa rischiare la fine che temiamo abbia fatto, soprattutto dopo aver cercato di salvarsi, chiedendo ripetutamente aiuto alle istituzioni del nostro Paese. In Italia, dove lei aveva scelto di vivere libera, le nostre leggi devono essere applicate fino in fondo e garantire la sicurezza a tutte le donne, di qualunque nazionalità o provenienza”.

“Di fronte a tragedie come queste – prosegue Valente – non bastano il dolore e l’indignazione, e sono inammissibili le strumentalizzazioni politiche. Il legislatore ha il dovere di interrogarsi e di verificare se esista o meno un vuoto normativo. Come Commissione d’inchiesta cercheremo di accertare dove e come ha fallito la rete di protezione, e a questo scopo faremo tutte le audizioni necessarie e acquisiremo gli atti”.

E’ stata ampliata l’area delle ricerche a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, in relazione alla scomparsa di Saman Abbas, la giovane pachistana di cui non si hanno più notizie dal 30 aprile scorso. Verifiche vengono eseguite in alcuni punti segnalati ieri dall’elettromagnetometro, attraverso escavazioni nel terreno. Alle operazioni partecipa anche il personale di rinforzo del quinto Reggimento Carabinieri di Bologna che batterà la zona e le unità cinofile agevolate dai carotaggi che proseguono anche oggi. Gli scavi verranno quindi eseguiti nei punti in cui lo strumento ha individuato alcune anomalie nel terreno.