Fatti

La notte di bombardamenti alle porte di Kyiv

@neXt quotidiano|

kyiv bombardamenti assedio russo

L’assedio di Kyiv continua: nella notte ci sono stati numerosi e potenti bombardamenti potenti nei sobborghi della capitale ucraina, come riferisce la corrispondente di Cnn Clarissa Ward , da dove si sentono chiaramente i raid. Inoltre le immagini satellitari hanno mostrato le forze russe in avvicinamento alla capitale grazie anche all’uso di artiglieria pesante.

La notte di bombardamenti alle porte di Kyiv

Non è stata una notte semplice, le sirene hanno suonato ininterrottamente in diverse città dell’Ucraina, da Leopoli a Kiev, da Cherasky a Charkiv. Il sindaco di Kyiv, Vitali Klitschko, ha affermato che circa 2 milioni di persone, metà della popolazione dell’area metropolitana, ha già lasciato la capitale, mentre proseguono i preparativi per la sua difesa. “Ogni strada, ogni casa viene fortificata”, ha detto.

Ci sono due diversi fronti dell’avanzata russa che si stanno avvicinando a Kyiv. E quello che si muove da Est ora si stariposizionando intorno a Sumy a circa 15 chilometri dal centro della capitale, la stessa distanza in cui si trovavano ieri. Si è invece avvicinato di più a Kyivnelle ultime 24 ore, spiegano fonti del Pentagono citate dalla Cnn, il fronte dell’avanzata che si muove da nord ed ora si trova “tra i 20 ed i 30 chilometri” dal centro della città.

Il messaggio di Zelensky

“Oggi siamo riusciti a salvare 7144 persone da Energodar, Bucha , Hostomel, Kosorovychi” e questo “ci spinge a provarci anche domani: noi faremo di tutto per questo” obiettivo. Lo afferma in un messaggio il presidente ucraino Volodymyr Zelensky osservando che a Kyiv “ripetiamo agli occupanti, che hanno avuto oltre 12 mila morti, di andarsene finché possono”. “Abbiamo migliaia di prigionieri, il loro numero è talmente alto che abbiamo dovuto creare un nuovo centro di accoglienza” sottolinea.

Parlando quindi in russo Zelensky si è rivolto alle madri dei soldati inviati da Mosca: “Non credete al governo, non lasciate partire i vostri figli a morire sulla nostra terra, non credete che vanno solo alle esercitazioni militari, controllate dove sta vostro figlio e se avete un minimo sospetto, agite”.

Continuando in russo Zelensky ricorda di avere parlato con Biden: “La Russia verrà privata della possibilità di commerciare normalmente con i paesi G7 ma nessun paese del mondo voleva colpire i cittadini russi finché il vostro governo non ha scatenato la guerra contro di noi. Nessuno voleva far tornare la Russia agli anni ’90. Il mio consiglio ai russi che ragionano è: nascondete i vostri smartphone, non lasciate controllare i vostri pc dalle forze dell’ordine”. “Imparate a contrastare le repressioni del vostro governo: sono sicuro che anche in russia ci sono persone ragionevoli” conclude il presidente ucraino.