Attualità

Alesandra Kustermann: la ginecologa che toglie un cartello degli antiabortisti alla Clinica Mangiagalli

Il Corriere della Sera ha raccontato oggi che la ginecologa ha organizzato un gruppo di persone che si sono occupate di coprire il cartellone col lenzuolo

clinica mangiagalli alessandra kustermann

Alessandra Kustermann, la storica ginecologa impegnata in difesa della legge 194 che opera alla clinica Mangiagalli di Milano, avrebbe coperto con un lenzuolo il cartellone anti-abortista piazzato davanti all’istituto dall’associazione Pro-Vita. Ad accusarla, secondo il racconto dell’agenzia di stampa AGI, è Giorgio Celsi, presidente dell’associazione: il cartello si trova fuori dalla clinica da quattro mesi e si leggeva fino a ieri un messaggio anti – abortista (‘Non fermare il suo cuore. Avrà il tuo sguardo, il tuo sorriso e sarà coraggioso perché tu lo sei’) e sullo sfondo ci sono l’immagine di una donna con un neonato e un’ecografia che mostra un feto appoggiata sulla pancia.

clinica mangiagalli alessandra kustermann

Il Corriere della Sera ha raccontato oggi che la ginecologa ha organizzato un gruppo di persone che si sono occupate di coprire il cartellone col lenzuolo. Lei stessa ha detto al quotidiano: “Non possiamo permettere che le donne arrivino in sala operatoria portando con loro anche la crudeltà di messaggi e immagini così”. Celsi ha annunciato una denuncia in questura: “La dottoressa Kustermann ha leso il diritto alla libera espressione e al libero pensiero; abbiamo pagato un’agenzia per affiggere il cartello, che poi ha mostrato il progetto al Comune. Abbiamo versato 1800 euro per quattro mesi”. Secondo Celsi, il cartellone, iniziativa anche dell’associazione ‘Pro Vita’ è fuori dalla clinica “da almeno quattro mesi”.

Foto da: Facebook

Leggi sull’argomento: Ma quanta gente c’era davvero per Salvini a Campli?