Fatti

L'incredibile storia della calciatrice del PSG aggredita: la mandante è una sua compagna di squadra

neXt quotidiano|

Kheira Hamraoui

Una malsana rivalità tra compagne di squadra. Ci sarebbe questo assurdo movente dietro la brutale aggressione subìta la scorsa settimana da Kheira Hamraoui, centrocampista francese che milita nel Paris Saint-Germain. La donna, 31 anni, è stata picchiata selvaggiamente da due uomini che l’hanno colpita ripetutamente alle gambe, alle braccia e al corpo con una spranga di ferro. E il tutto sarebbe stato orchestrato da una sua compagna di squadra, Aminata Diallo, che è stata arrestata nelle scorse ore dalla polizia transalpina.

Kheira Hamraoui, la calciatrice del PSG fatta aggredire dalla compagna di squadra

Una storia di rivalità che ha travalicato i confini della violenza. Come riporta il quotidiano francese l’Equipe, Aminata Diallo è finita in manette questa mattina, quando la Polizia ha bussato alle porte della sua casa di Yvelines. Secondo gli inquirenti che hanno avviato le indagini subito dopo il ricovero in ospedale di Kheira Hamraoui, sarebbe stata proprio lei ad “assumere” quei due uomini che poi hanno selvaggiamente picchiato la compagna di squadra. Insomma, è considerata la mandante di quel brutale pestaggio. E la conferma dell’arresto è arrivata direttamente dalla società parigina che ha dichiarato:

“Il Paris Saint-Germain può confermare che Aminata Diallo è sotto custodia di polizia presso il servizio regionale di Versailles in seguito all’attacco a una delle giocatrici del club avvenuto giovedì scorso. Il Psg condanna in modo assoluto la violenza. Da giovedì sono state prese tutte le misure per garantire la salute, il benessere e la sicurezza dell’intera squadra femminile”.

L’aggressione è avvenuta giovedì scorso, fuori dall’abitazione di Kheira Hamraoui. E proprio Aminata Diallo l’aveva accompagnata a casa, poco istanti prima di essere colpita ripetutamente da due uomini incappucciati. Poche ore dopo, infatti, si sarebbe giocata la partita di Champions League tra il Paris Saint-Germain e il Real Madrid (vinta dai francesi con un netto 4-0) e la calciatrice arrestata è scesa in campo da titolare. Una rarità in questa stagione, perché l’allenatore Didier Olle-Nicolle l’ha ritenuta quasi sempre una seconda scelta, con il posto da titolare saldamente tra le mani di Kheira Hamraoui. E, secondo gli inquirenti, questa aggressione va letta dietro il movente della gelosia e della rivalità calcistica.