Attualità

Khalid e Ibrahim El Bakraoui: smentito l'arresto dei fuggitivi di Forest e Bruxelles

ibrahim el Bakraoui khalid el Bakraoui 1

EDIT: L’arresto dei due è stato smentito dalla polizia belga:

Due sospetti sono stati fermati nella notte, nell’ambito delle indagini dopo la sparatoria di ieri a Forest, ma non si tratta dei fuggitivi ricercati da ieri. Lo ha precisato il procuratore federale titolare dell’inchiesta, dichiarando che al momento non è certo che i due fermi siano coinvolti nella sparatoria. Due persone che “sono riuscite a fuggire” durante l’operazione antiterrorismo di ieri, legate agli attentati dello scorso novembre a Parigi, “sono attivamente ricercate”, ha dichiarato il portavoce della Procura federale belga, Thierry Werts.

Sarebbero stati arrestati i due fuggitivi, protagonisti della sparatoria di martedì a Forest, quartiere di Bruxelles. Lo scrive il quotidiano belga Le Derniere Heure. Secondo il sito web VTM Nieuws, un sospetto terrorista è stato arrestato la scorsa notte, proprio a Forest; l’altro stamane. Ieri, nel corso di un’operazione condotta nel quartiere di Forest -dalla polizia federale belga in collaborazione con quella francese nell’ambito delle indagini sulla strage di Parigi- c’e’ stata una sparatoria e la fuga di alcuni sospetti; solo uno di loro è stato ucciso durante l’inseguimento. Nella sparatoria sono rimasti feriti anche quattro agenti, tra i quali una donna; di essi solo due rimangono in ospedale ma in condizioni grave.

ibrahil el Bakraoui khalid el Bakraoui
Ibrahim el Bakraoui e Khalid el Bakraoui: i due arrestati di Forest


Khalid e Ibrahim El Bakraoui: arrestati i fuggitivi di Forest

Secondo la stampa belga, i due arrestati sono fratelli, Khalid e Ibrahim El Bakraoui, entrambi ricercati per terrorismo e crimini comuni (rapine). Una fonte giudiziaria ha riferito a De Standaard che effettivamente ci sono stati due fermi, ma che per il momento non e’ chiaro se abbiamo legami con la sparatoria a Forest. Martedi’ pomeriggio quella che si presentava come una perquisizione di routine nell’ambito dell’attacchi di Parigi si e’ rapidamente trasformata in una sparatoria. Nel mirino degli investigatori francesi e belgi, c’era una casa che si ritiene sia stata utilizzata per la preparazione degli attentati del 13 novembre scorso: un appartamento ritenuto ‘freddo’, ovvero nel gergo della polizia non piu’ occupato, a rue Dries un quartiere densamente popolato vicino la stazione meridionale a Forest. Ma quando gli agenti hanno sfondato la porta dell’appartamento con un ariete sono finiti sotto il fuoco degli occupanti. Gli agenti sono sfuggiti per miracolo alla morte e un sospetto terrorista armato di kalashnikov e stato ucciso. MA gli altri due all’interno dell’abitazione sono riusciti a fuggire sui tetti. l terrorista ucciso martedì nel corso della sparatoria a Forest, sobborgo di Bruxelles, e’ un algerino nato nel 1980, Belcaid Mohamed, residente illegalmente in Belgio. Lo ha reso noto la procura belga nel corso di una conferenza stampa a Bruxelles, dando gli ultimi aggiornamernti sull’inchiesta. Una bandiera dell’ISIS è stata ritrovata nel covo.