Attualità

Addio a Jean-Paul Belmondo, l’attore francese si è spento a 88 anni

A darne notizia è stato il suo avvocato: il divo si è spento nella sua casa di Parigi

Jean-Paul Belmondo

Si è spento a Parigi, all’età di 88 anni Jean-Paul Belmondo. L’attore francese, nato a Neuilly-sur-Seine il 9 aprile 1933, è stato uno dei divi della nouvelle vague. Il suo nome e la sua fama avevano ben presto travalicato i confini delle Alpi, giungendo anche in Italia. Memorabili, infatti, le sue esperienze – dietro le magistrali regie di Alberto Lattuada, Vittorio De Sica e Renato Castellani – al fianco di Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale, Sophia Loren e Stefania Sandrelli. A dare la notizia della scomparsa di Jean-Paul Belmondo sono stati i media francesi che hanno citato l’avvocato dell’attore. Il divo del cinema transalpino, secondo quanto spiegato dal legale, si è spento nella sua abitazione parigina.

Jean-Paul Belmondo è morto a Parigi, l’attore francese aveva 88 anni

La sua carriera iniziò alla fine degli anni Cinquanta. Dopo essersi diplomato al Conservatorio nazionale d’arte drammatica di Parigi, mosse i suoi primi passi a teatro recitando nei grandi classici: da L’Avaro di Molière al Cyrano de Bergerac di Rostand. Poi il passaggio al cinema. La prima pellicola di successo a cui prese parte fu “A doppia mandata”. Un talento notato anche fuori dai confini. Era il 1960 quando Vittorio De Sica lo diresse in “La Ciociara” in compagnia di Sophia Loren.

Anni di successi e di pellicole di successo. Perché la fama del divo della nouvelle vague crebbe a dismisura tra gli anni Sessanta e i Settanta, grazie ai ruoli da protagonista in film che hanno fatto la storia del cinema europeo: da “Fino all’ultimo respiro” di Jean-Luc Godard, passando per “Mare Matto” – con Gina Lollobrigida – o “Lo Sciacallo” con Stefania Sandrelli. Poi altri decenni di cinema, fino al 2001 quando venne colpito da un’ischemia cerebrale che lo tenne lontano dal grande schermo e dal teatro. Nel maggio del 2011 ha ricevuto la Palma d’oro alla Carriera durante al Festival di Cannes. Cinque anni dopo, assieme al gli è stato assegnato il Leone d’oro alla carriera a Venezia.

(Foto IPP/Daniele Cifalà)