Fatti

Chi sono le sei persone morte in un incidente sulla A4 mentre preparavano un progetto sulla sindrome di Down

neXt quotidiano|

incidente

Sei persone sono morte in un incidente stradale avvenuto venerdì 7 ottobre sull’Autostrada A4 all’altezza del casello di San Donà di Piave, tra l’entrata e l’uscita dello svincolo di Trieste. Si tratta di cinque ragazzi e ragazzi con sindrome di Down e del conducente del veicolo: l’ex sindaco di Riccione Massimo Pironi. Romina Bassini, educatrice trentaseienne, è sopravvissuta ed è attualmente ricoverata in ospedale.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 16 quando il furgone dell’associazione ha tamponato un autoarticolato fermo in coda. Massimo Pironi, ex sindaco di Riccione, era stato eletto nel 2009 e aveva concluso il suo mandato nel 2014. Negli ultimi anni si era impegnato come volontario partecipando alle attività organizzate dall’Associazione Centro 21 e dalla Cooperativa Cuore 21 e al momento dell’incidente stava accompagnando il gruppo a Lauco, in provincia di Udine, dove avrebbe dovuto prendere parte all’iniziativa Ventuno cuori in osteria organizzata in collaborazione con il Centro Zaffiria di Rimini.

Anche Rossella De Luca e Alfredo Barbieri sono morti nell’incidente. La coppia avrebbe dovuto sposarsi l’anno prossimo, dopo oltre due anni insieme. Solo poche ore prima infatti, Alfredo aveva scritto su Facebook una dedica a Rossella in occasione del loro anniversario: «Oggi sono due anni e 2 mesi di fidanzamento ufficiale. Finalmente ho trovato una fidanzata speciale con un cuore immenso».

I messaggi di cordoglio per le persone morte nell’incidente

L’attuale Sindaca di Riccione, Daniela Angelini, ha proclamato tre giornate di lutto cittadino. In un post su Facebook ha scritto: «Profondamente sconvolta e affranta per l’immensa tragedia, insieme all’amministrazione comunale, esprimo profondo cordoglio per l’improvvisa, tragica, scomparsa di Massimo Pironi, ex sindaco di Riccione, e dei ragazzi del Cuore 21 e Centro 21, Francesca Conti, Rossella De Luca, Maria Aluigi, Valentina Ubaldi e Alfredo Barbieri. Insieme a tutta la città, sconvolta da questa immane tragedia, ci stringiamo con affetto e calore alle famiglie».

Anche Stafano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna, ha commentato l’accaduto. In un tweet ha scritto: «Una tragedia che lascia senza parole». Su Facebook, invece, Bonaccini ha scritto: «A nome dell’intera comunità regionale e della Giunta, esprimo la massima vicinanza e il più sincero cordoglio ai familiari, a chi era loro vicino e alla città di Riccione: l’Emilia-Romagna si stringe a tutti loro».

(Immagine in evidenza: la foto pubblicata dalla Sindaca di Riccione / Facebook)