Attualità

Ilenia Fabbri conosceva il suo assassino? L’omicidio in dieci minuti

Ilenia Fabbri conosceva il suo assassino? Non sono stati trovati segni di effrazione nella casa della 46enne di Faenza trovata sgozzata nella sua abitazione sabato 6 febbraio

ilenia fabbri omicidio

Ilenia Fabbri conosceva il suo assassino? Non sono stati trovati segni di effrazione nella casa della 46enne di Faenza trovata sgozzata nella sua abitazione sabato 6 febbraio. Non risulta neanche il furto di oggetti. La casa era in ordine, solo il garage era aperto. L’omicidio, secondo gli inquirenti è avvenuto in meno di dieci minuti.

Ilenia Fabbri conosceva il suo assassino? L’omicidio in dieci minuti

Il risultato dell’autopsia ha certificato che Ilenia è morta per un taglio alla parte sinistra del collo che ha reciso vene e arteria. Sono attesi i risultati degli esami dopo il sopralluogo della Scientifica, che ha cercato nell’abitazione della Fabbri tracce biologiche e impronte di persone al di fuori della cerchia familiare della donna. Si sta verificando anche la compatibilità delle ferite della donna con un coltello trovato e sequestrato in cucina.  Tutte le piste sono ancora aperte, tranne quella passionale, spiega il Corriere di Bologna

Il procuratore Barberini è stato chiaro: «Il movente passionale è escluso. Possiamo considerare scagionato l’ultimo compagno della vittima. Non abbiamo elementi per incriminare l’ex marito, non è assolutamente un sospettato e la loro relazione si è conclusa definitivamente da tempo». E l’amica rimasta in casa? «Premesso che tutte le piste non sono da escludere non abbiamo motivo di dubitare della sua versione. Ha inoltre raccontato di aver visto un uomo scappare via di corsa».

Per quanto riguarda la dinamica dell’omicidio sono state trovate delle macchie di sangue ai piani superiori della casa. Quindi l’aggressione è iniziata lì, per poi terminare dove è stata trovata Ilenia, nella cucina dell’abitazione. Per il momento non sono state rilevate impronte, anche fuori della casa.