Fatti

Il turista americano che distrugge due busti di marmo nei Musei Vaticani

neXt quotidiano|

Musei Vaticani

Aveva regolarmente pagato il suo biglietto per accedere alle varie stanze e ammirare le bellezze ospitate all’interno dei Musei Vaticani. Poi, tutto d’un tratto e senza una ragione apparente, si è avvicinato a una mensola e ha fatto cadere – secondo le prime ricostruzioni, scaraventandoli a terra – due busti di marmo di inestimabile valore. L’uomo, un turista americano, è stato immediatamente fermato dal personale del polo museale e consegnato alla gendarmeria che ora sta cercando di capire per quale motivo si sia comportato in questo modo.

Musei Vaticani, turista americano distrugge due busti di marmo

L’immagine dei due busti caduti in terra è stata pubblicata sui social da una guida turistica che si trovava all’interno dei Musei Vaticani intorno alle 12.45 di oggi, mercoledì 5 ottobre. Secondo le prime ricostruzioni, il gesto sarebbe stato etichettato come un atto da parte di “una persona squilibrata”. Alcune fonti interne al Vaticano, infatti, hanno spiegato cosa era accaduto prima di quell’assurda reazione che ha distrutto parzialmente i due busti.

L’uomo, un turista americano, avrebbe chiesto di poter essere ricevuto da Papa Francesco. Ovviamente la risposta è stata negativa, provocando la sua reazione: si sarebbe avvicinato a quella mensola all’interno della Galleria Chiaramonti, avrebbe preso i due busti e li avrebbe scaraventati in terra, provocandone la parziale rottura. I danni sono gravi, ma probabilmente gli esperti specialisti del laboratori di restauro marmi dei Musei Vaticani potrebbero riuscire nell’impresa di intervenire e ripristinare quei due busti. Uno dei due, però, sembra aver “perso il naso”. Ora occorrerà capire se le condizioni dei frammenti saranno compatibili con un restauro. Il tutto mentre si tenta di capire i motivi dietro a quel gesto ed eventuali sanzioni che saranno emesse nei confronti del turista americano che ha distrutto una parte del patrimonio artistico contenuto dal polo museale tra i più visitati e riconoscibili al mondo.