Fatti

Il ragazzo accoltellato alla festa della porchetta di Ariccia solo perché stava facendo pipì

neXt quotidiano|

Ariccia

Lo ha colpito con un coltello all’altezza dell’orecchio, sfiorando l’aorta. Solo il caso ha voluto che quanto accaduto sabato sera ad Ariccia, nel corso della tradizionale sagra della Porchetta che si tiene ogni anno nel comune alle porte di Roma, non si sia trasformato in una tragedia ancor più grave. La vittima di questa aggressione è un 22enne che vive ad Albano Laziale che ha rischiato la propria vita solo per aver fatto pipì in un vicolo non trovando, nella zona, un bagno disponibile.

Ariccia, un 22enne accoltellato perché “stava facendo pipì”

Come riporta il quotidiano La Repubblica, la madre del 22enne accoltellato ad Ariccia ha raccontato cosa è accaduto al giovane sabato sera, nel bel mezzo della sagra della porchetta:

“Uno dei due gli ha detto che non voleva che la sua fidanzata lo vedesse, mio figlio si è scusato e stava per andarsene”.

Il giovane, infatti, non trovando un bagno in quella zona si era spostato in un vicolo per espletare le sue funzioni fisiologiche. E proprio in quei momenti due ragazzi, suoi coetanei, gli si sono avvicinati minacciandolo. Lui stava andando via insieme a un suo amico, ma da lì l’alterco dialettico si è trasformato in una violenta aggressione.

Secondo le prime ricostruzioni, uno dei due ragazzi sarebbe repentinamente rientrato in casa e avrebbe preso un affilato coltello da cucina. Lo voleva utilizzare per colpire l’amico della vittima, con cui si erano scambiati alcuni insulti. Un tentativo andato a vuoto, ma proprio in quei concitati momenti il colpo mancato ha colpito il 22enne vicino all’orecchio, con la lama che ha sfiora l’aorta. Fortunatamente, il ragazzo non è in pericolo di vita: soccorso e trasportato all’Ospedale dei Castelli, è stato dimesso con una profonda ferita e ne avrà per almeno 21 giorni. Ora le forze dell’ordine indagano per capire cosa sia realmente successo in quel vicolo.