Attualità

Il piano dei rimborsi delle pensioni ad agosto

La Stampa pubblica oggi a corredo di un articolo a firma di Carlo Gravina il piano dei rimborsi delle pensioni in arrivo ad agosto per chi percepiva un emolumento pari a tre volte la minima o più. I rimborsi arrivano dopo la famosa sentenza della Consulta sulla perequazione che ha bocciato il provvedimento del governo Monti sui contributi di solidarietà. Spiega l’articolo:

Il decreto approvato dal governo, infatti, ha ristrettola platea dei beneficiari concentrandosi sulle pensioni che vanno da 1.500 euro lordi al mese (3 volte il minimo) finoa quelli attorno ai 3.000 euro lordi al mese (tra le 5 e le6 volte il trattamento minimo). Questo significa anche che, chi ha una pensione mensile lorda superiore ai 3.200 euro, ad agosto non percepirà il rimborso «una tantum». Così come non percepiranno nulla coloro che hanno pensioni inferiori a tre volte il minimo perché non sono stati interessati dal blocco introdotto dalla Fornero. Nello specifico, la Uil ha elaborato uno studio che quantifica l’entità dei rimborsi per le varie fasce di reddito.
In generale, il rimborso sarà più alto per coloro che hanno un assegno basso. Viceversa, chi ha un trattamento vicino al limite dei 3.200 euro lordi, incasserà un bonus più limitato. Per gli assegni più bassi (quelli che vanno dai 1.500 ai 1.700 euro lordi al mese), il rimborso lordo sarà di circa 726 euro. Chi invece percepisce un assegno di 2.200 euro lordi al mese,avrà circa 456 euro mentre per le pensioni attorno ai 2.700 euro lordi, l’indennizzo arriverà a 278 euro. Il rimborso previsto dal governo spetta anche agli eredi. Però, in questo caso, bisognerà presentare una domanda all’Inps entro 5 anni. Il diritto al rimborso, quindi, sarà riconosciuto anche agli eredi di chi, nel frattempo, è deceduto.

rimborsi pensione agosto
I rimborsi delle pensioni in arrivo ad agosto (La Stampa, 26 luglio 2015)