Attualità

Il nuovo sciopero bianco della metro A a Roma

Oggi doveva essere il giorno dello sciopero proclamato dagli autoferrotramvieri a Roma.  Il prefetto Franco Gabrielli, per evitare un altro giorno di passione ai romani, ha disposto nei giorni scorsi la precettazione disinnescando lo sciopero di 24 ore indetto dall’Ugl. Macchinisti e autisti sono però sembrano non aver capito, visto che da stamattina ci sono molte segnalazioni su Twitter riguardo la metro A i cui treni passano con tempi di attesa prolungati. Un nuovo sciopero bianco ai danni dell’utenza.
metro a sciopero bianco 1 metro a sciopero bianco 2
L’utenza segnala che fino alle 7,30 il passaggio dei treni è stato più o meno regolare, salvo poi “addormentarsi” nel cambio turno successivo:


ROMA, LO SCIOPERO BIANCO DELLA METRO A
Ormai da 23 giorni i macchinisti hanno rallentato le corse per protestare contro la decisione dell’azienda di obbligarli a timbrare il cartellino all’inizio e al termine del servizio. Protestano anche contro la riforma del contratto che gli imporrà di guidare di più. Eppure conducono i convogli molto meno dei colleghi di altre grandi città: 736 ore l’anno contro le 850 ore di Napoli e le oltre 1.200 di Milano. Nonostante l’ultima precettazione del prefetto Gabrielli per impedire lo sciopero di lunedì proseguono le lunghe attese sui binari. I treni, quando arrivano, sono stracolmi, il più delle volte senza aria condizionata, e spesso bisogna attendere nelle stazioni sovraffollate il successivo per riuscire a salire. L’Atac fa sapere sul suo sito che ci sono rallentamenti soltanto per un tratto a causa di lavori. I disagi vengono invece segnalati su tutta la rete. Gli autoferrotranvieri per mercoledì prossimo hanno organizzato una manifestazione-assedio sotto il Campidoglio, «stanchi delle aggressioni e degli insulti da parte di passeggeri esasperati. Ogni giorno è un bollettino di guerra. C’è chi la sfanga chiudendosi nel gabbiotto, chi proteggendosi dietro le forze dell’ordine, qualcun altro invece fa in tempo a chiudere il finestrino prima che un sasso riesca a centrarlo».
sciopero bianco metro a
COME FUNZIONA LO SCIOPERO BIANCO
Come funziona lo sciopero bianco? I macchinisti rifiutano di far partire le macchine adducendo problemi che prima non segnalavano, causando così rallentamenti alla linea. Anche ieri sui binari delle metro A e B «ha circolato un numero di treni ridotto», ha fatto sapere l’azienda. Risultato: banchine e treni stracolmi, alcuni dei quali, come a San Giovanni, non si sono fermati in stazione. Secondo il sindaco Marino i rallentamenti sarebbero causati da «alcuni conducenti» contrari all’obbligo imposto da Atac «di timbrare il cartellino in entrata e in uscita, così come fanno tutte le persone che vanno a lavoro» e alla decisione di aumentare le ore di guida dei macchinisti a partire dal 1 agosto. Nel video-messaggio postato sulla sua pagina Facebook, Marino ha rivendicato «il diritto dei romani di avere una metropolitana che funzioni come quelle di una capitale di un Paese del G7. È inaccettabile che a Milano i macchinisti guidino 1.100 ore l’anno, a Napoli 950 e a Roma poco più di 700 ore. Bisogna cambiare». Claudio Di Bernardino, segretario della CGIL Lazio, ha criticato l’uso dello sciopero bianco da parte dei lavoratori ATAC. Intanto, fanno notare da Atac, la media dei treni che sono stati «scartati» dai macchinisti è aumentata «a dismisura» proprio in questi giorni, dopo l’entrata in vigore della riforma.