Attualità

Il neonato abbandonato in un campo a Cormano

Un bimbo di circa una settimana è stato abbandonato in un sacchetto di plastica in un campo a Cormano (Milano) ed è stato salvato una donna che stava andando a coltivare l’orto. Dopo aver preso il neonato, ha chiamato il marito e hanno avvertito il 118. I soccorritori, che hanno giudicato il bimbo in buone condizioni, lo hanno portato all’ospedale Niguarda.
 
IL NEONATO ABBANDONATO IN UN CAMPO A CORMANO
Il bimbo era in un campo a Cormano, in una traversa di via Prealpi.  Il piccolo, che ha circa una settimana di vita, avrebbe la carnagione nettamente olivastra, stando alle prime indicazioni che trapelano dall’ospedale Niguarda, dove si trova ricoverato in condizioni che vengono definite “discrete”. Al nosocomio gli avrebbero riscontrato solo sintomi riconducibili al freddo patito nel tempo trascorso nel campo prima del ritrovamento. Al momento del ritrovamento, il piccolo – viene riferito dagli inquirenti – indossava una tutina ed era avvolto in una coperta. Appoggiato su un sacchetto, come per proteggerlo dal terreno, era stato lasciato sul ciglio di una strada non trafficata, vicino ad un’auto in sosta. E’ convinzione degli inquirenti che sia stato abbandonato proprio lì in modo tale che qualcuno potesse ritrovarlo. Si ritiene che il piccolo sia stato partorito in casa.
Foto da Pixabay