Fatti

Il museo delle cere di Parigi rimuove il "volto" di Putin | VIDEO

neXt quotidiano|

Museo Grévin

È stato smontato, messo in una teca e riposto in una stanza non accessibile al pubblico. Il direttore del Museo Grévin di Parigi ha deciso di non esporre più quel manichino con le sembianze di Vladimir Putin. Una scelta fatta a pochi giorni dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina e dall’avvio del conflitto con l’invio di migliaia di militari che hanno preso d’assalto, anche con missili, le varie città ucraine.

Museo Grévin rimuove il volto di cera di Vladimir Putin

La statua di Vladimir Putin nel museo delle cere di Parigi, dunque, non c’è più. La “testa” è stata posta in una teca di legno che rimarrà lontana dagli occhi dei visitatori. Così come il resto della struttura che simula il corpo del capo del Cremlino.

Il direttore del Museo Grèvin di Parigi, Yves Delhommeau, ha commentato così la sua decisione di rimuovere e non esporre più il volto e il “corpo” di Putin:

“Non abbiamo mai rappresentato dittatori come Hitler e non abbiamo voglia di rappresentare Putin oggi. Magari ci metteremo il presidente Zelensky e potremmo rappresentare l’Ucraina che si batte eroicamente contro una dittatura, perché no”.

Al fianco dei grandi politici che hanno fatto la storia di diversi Paesi, dunque, non ci sarà più la raffigurazione del Presidente della Russia che, come spiegato dal direttore del museo francese, viene equiparato ai grandi dittatori della storia mondiale.

(Foto IPP/Druzhinin / Sputnik)