Attualità

Il giallo del ricovero di Sergej Lavrov poco dopo il suo arrivo a Bali per il G20

neXt quotidiano|

Lavrov ricoverato

La notizia circolava da alcune ore e ora, attraverso fonti indonesiane, è stata confermata dalla Associated Press: il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov è stato ricoverato in ospedale poche ore dopo il suo arrivo a Bali, l’isola dell’arcipelago dell’Indonesia dove è in programma il G20. Il braccio destro di Vladimir Putin, infatti, è la più alta carica istituzionale inviata dal Cremlino che – per ovvi motivi – ha preferito non mandare il numero uno di Mosca a questo incontro internazionale.

Lavrov ricoverato a Bali poco dopo il suo arrivo per il G20 in Indonesia

Secondo quanto raccolto dall’Associated Press, il Ministro russo è finito in ospedale per quel che sembrano essere dei problemi cardiaci. Non è chiara la natura del malessere, né se Lavrov soffrisse già da tempo di patologie analoghe. Sta di fatto che su questa vicenda c’è molto riserbo e silenzio da parte di fonti ufficiali. L’agenzia di stampa americana, nota in tutto il mondo, ha spiegato che:

“I funzionari (indonesiani, ndr) hanno detto che è stato portato all’ospedale Sanglah nel capoluogo di provincia, Denpasar”.

Ma dal nosocomio non è arrivato alcun commento, né per confermare né per smentire questa notizia. Occorrerà, dunque, attendere le prossime ore per conoscere le condizioni di salute di Sergej Lavrov che – da domani – avrebbe dovuto sedere al tavolo del G20 di Bali.

La versione della Russia

Come, invece, riporta l’agenzia britannica Reuters, la portavoce del Cremlino Maria Zakharova ha smentito la notizia di Lavrov ricoverato in ospedale a Bali in attesa della sua partecipazione al G20.

“Questa notizia, ovviamente, è il culmine della falsità”.

Parole concise per provare a smentire la notizia diffusa nelle ultime ore. Nelle prossime ore, dunque, si saprà la verità. Perché i lavori e gli appuntamenti del G20 – che riunisce i 20 Paesi (in questo alveo è compresa anche l’Unione Europea come istituzione comunitaria) più industrializzati del Mondo – inizieranno domani.

(foto IPP/zumapress)