Cultura e scienze

Il lancio di Michele Emiliano nello spazio

michele emiliano grottaglie voli suborbitali - 4

Spazio, ultima frontiera. Almeno per il vulcanico Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ieri ha dato l’annuncio che l’aeroporto di Grottaglie è il primo aeroporto italiano abilitato ai voli suborbitali. Secondo Emiliano questa certificazione costituirà un fattore di attrazione turistica e di investimenti di enorme portata, addirittura di portata spaziale. In Puglia – spiega Emiliano – arriveranno turisti “con una capacità di spesa notevole” e c’è anche l’indotto: ovvero tutti i curiosi che vorranno visitare la piccola base spaziale di Grottaglie.

This is Michele Emiliano to ground control

Ma non solo. Grazie ai voli suborbitali la Puglia potrà godere di un altro grande vantaggio: il trasporto velocissimo di prodotti tipici locali: «i nostri prodotti pugliesi, anche della filiera agroalimentare, potranno ad esempio essere portati in poche ore da Grottaglie a Los Angeles. Questo cambia in generale il concetto di chilometro zero di tutte le filiere produttive». Sembra quasi di poter sentire tutti i fuori sede pugliesi complimentarsi con Emiliano perché il pacco da giù non è mai arrivato così rapidamente

michele emiliano grottaglie voli suborbitali - 2

L’ora delle decisioni irrevocabili è giunta, e la parola d’ordine è una sola, categorica e irrevocabile per tutti: Michele Emiliano nello spazio, perché no? Mentre fervono i preparativi Emiliano è impegnato a ridefinire il concetto di spazio-tempo. Se per colmare i circa diecimila chilometri che separano Los Angeles da Grottaglie oggi servono all’incirca 17 ore di viaggio come è possibile che quei 10.000 chilometri diventino “Km 0” quando per per percorrerli servono solo poche ore? Senza contare che a questo punto anche un prodotto coltivato in California diventa a Km0 per la Puglia e che quindi si dovrebbero concedere le Dop e le Doc italiane anche ai vini prodotti nella Napa Valley.

michele emiliano grottaglie voli suborbitali - 3
A sinistra della cartina Los Angeles a destra Grottaglie. per un nuovo km 0

C’è poi da capire anche quanto possa essere conveniente spedire prodotti tipici (immaginiamo olio, vino e friselle) in poche ore. Probabilmente con le tecnologie attuali – quelle che hanno consentito ad Emiliano di entrare in politica e farsi eleggere “governatore” di una Regione – fare una cosa del genere avrà la simpatica conseguenza di far aumentare notevolmente il prezzo per l’utente finale. Il che significa che è più conveniente prendere un volo della Virgin (uno dei pochissimi operatori di voli suborbitali) per fare andare a fare la spesa a Cisternino che aspettare la consegna dei prodotti tipici “a Km 0” dallo spazioporto di Grottaglie. Almeno fino a che Amazon Prime non farà le consegne gratuite. Certo, un turista “di grande profilo” potrebbe anche scegliere di pagare una bottiglia d’olio 12 euro più 250.000 dollari di spedizione (questo il costo di un volo Virgin Galactic).

I problemi spaziali della Puglia

Mentre Emiliano festeggia il piccolo passo per il Presidente e il grande passo per Grottaglie, Monteiasi e Carosino ci limitiamo ad alcune osservazioni sparse. La prima: Emiliano in Puglia ha combattuto tutte le battaglie antiscientifiche degli ultimi anni: dai vaccini a Xylella passando per il gasdotto Tap. Se c’è un presidente di regione che soffre della sindrome NYMBY (Not in my backyard) è proprio Michele Emiliano. Non vediamo l’ora di assistere alle prime proteste dei residenti di Grottaglie contro l’arrivo dei voli suborbitali che sicuramente saranno troppo rumorosi, inquinanti e non abbastanza a portata di tutti (ma per quello ci sarà sicuramente lo spazio di cittadinanza).

michele emiliano grottaglie voli suborbitali - 1

Sempre per rimanere nell’area (quasi a Km 0) non si può non ricordare come lo stabilimento dell’Ilva di Taranto disti appena venti chilometri dallo spazioporto di Grottaglie. Forse prima di occuparsi di superare le correnti gravitazionali il Presidente della Puglia potrebbe occuparsi della questione dello stabilimento siderurgico. Forse per i quindicimila dell’Ilva Emiliano sta già pensando ad uno stabilimento su Ganimede. Ma come disse David Bowie, da quell’altezza non si vedono certi dettagli: «planet earth is blue and there’s nothing i can do». Ma vogliamo essere ottimisti e crediamo nel futuro e quindi crediamo che il lancio di Emiliano nello spazio suborbitale possa risolvere non solo i problemi della Puglia ma anche quelli del Partito Democratico.

Leggi sull’argomento: Michele Emiliano cambia verso: ora vuole un decreto d’urgenza per abbattere gli ulivi colpiti da Xylella