Fatti

Il giallo dell’intervista di Lotito a Il Foglio in cui esalta Virginia Raggi e attacca il Centrodestra

L’imprenditore e Presidente della Lazio smentisce di aver rilasciato l’intervista al quotidiano che, però, oggi ha pubblicato l’articolo con dichiarazioni contro il Centrodestra, ironia su Gasparri e Michetti. Oltre all’esaltazione del lavoro fatto da Virginia Raggi negli ultimi 5 anni

Lotito

Parole sferzanti nei confronti del centrodestra e dei nomi che sono trapelati come candidati alla poltrona di sindaco della Capitale. Poi un giudizio positivo (molto positivo) del lavoro fatto da Virginia Raggi nei suoi cinque anni passati al Campidoglio. Questo il pensiero di Claudio Lotito a Il Foglio. Poi, però, il colpo di scena: l’avvocato dell’imprenditore e Presidente della Lazio (e patron della Salernitana, ancora per poco visto che dovrà procedere alla cessione del club per regolamento federale) ha dichiarato che il suo assistito non ha mai rilasciato alcuna intervista al quotidiano diretto da Claudio Cerasa.

Lotito e il giallo dell’intervista “mai rilasciata” al quotidiano Il Foglio

“In nome e per conto del presidente Claudio Lotito, dichiara che lo stesso non ha mai rilasciato alcuna intervista al Foglio e le frasi che gli vengono attribuite non corrispondono al suo pensiero – si legge in una nota firmata dall’avvocato Gian Michele Gentile -. Si tratta, infatti, di una ricostruzione fantasiosa, non corrispondente assolutamente alla realtà, di stralci di un dialogo tra privati cittadini acquisiti indebitamente e riportati senza alcuna autorizzazione, né in forma di intervista, né consentendo l’utilizzo dei virgolettati attribuitigli nel pezzo”. Insomma, nessuna intervista era stata realizzata. E, in effetti, il quotidiano di Cerasa parla di “colloquio” con il Presidente della Lazio.

Cosa c’è scritto nell’articolo de Il Foglio?

La smentita arriva dopo che sui social (ma anche sulle agenzie di stampa) erano stati riportati alcuni virgolettati attribuiti Claudio Lotito. Questi i passaggi che, inevitabilmente, hanno già destato alcune polemiche:

“La destra vuole perdere, mi sembra chiaro. Lo capisce pure un ragazzino. Ma chi è Michetti, Micucci? Come si chiama? E Gasparri? Non lo vota manco la moglie. Figuriamoci se Tajani vorrebbe mai uno che gli fa ombra”.

Poi ha anche detto di esser stato contattato qualche mese fa dal Centrodestra che gli avrebbe chiesto di candidarsi. Ma lui rifiutò. E non solo per questioni di opportunità. E qui – secondo quanto riportato da Il Foglio – è arrivato un attacco frontale alla leader di Fratelli d’Italia:

“La Meloni vuole perdere perché il sindaco di Roma, nella sua Roma, le potrebbe dare fastidio”.

Un no alla candidatura che sarebbe arrivato per rispetto nei confronti di Virginia Raggi che “è una persona in gamba, è partita male, ha impiegato un po’ di tempo a carburare. Ma adesso sta andando spedita”. Tutte queste parole contenute nell’intervista, però, non sarebbero mai state pronunciate in veste ufficiale.

(Foto IPP/Felice De Martino)