Fatti

Il giallo della coppia trovata morta nella loro abitazione a Spinea

neXt quotidiano|

Spinea

I corpi senza vita (con diverse segni di arma da taglio) di un uomo e una donna, che vivevano nella stessa abitazione di via Leopardi 9, sono stati ritrovati nella tarda serata di ieri a Spinea, piccolo comune in provincia di Venezia. Le informazioni su questo duplice delitto sono ancora poche e frastagliate, ma secondo le testimonianze e le prime ricostruzioni, le vittime sarebbero una coppia. All’inizio si era pensato a un caso di omicidio-suicidio, ma nella notte è partita la caccia all’uomo da parte delle forze dell’ordine: la coppia, infatti, sarebbe stata uccisa a coltellate al culmine di una discussione.

Spinea, un uomo e una donna accoltellati a morte nella loro abitazione

Mancano ancora, dunque, molti tasselli per capire cosa sia successo domenica sera, intorno alle ore 22, il quell’abitazione di via Leopardi a Spinea. L’uomo e la donna trovati morti in una pozza di sangue, erano entrambi di origine albanese. Gli inquirenti, all’inizio, avevano pensato a un caso di omicidio-sucidio al culmine di una lite tra i due. Nella notte, però, le testimonianze di alcuni vicini e dei conoscenti avrebbero portato alla luce la presenza di un altro uomo all’interno di quella casa.

I vicini, infatti, avrebbero sentito delle urla al culmine di una feroce discussione. Poi l’aggressione fatale all’arma bianca che ha ucciso la coppia. Dopo aver raccolto alcuni racconti di chi vive nella zona, infatti, le forze dell’ordine hanno iniziato le ricerche di un uomo – si parla dell’ex marito della donna uccisa, ma ancora non vi è una conferma ufficiale – che si è allontanato in fretta e furia da quella casa di via Leopardi 9 a bordo della sua automobile. Un caso che all’inizio sembrava essere un omicidio-suicidio, dunque, sta assumendo nel corso delle ore tutte le caratteristiche del duplice omicidio per motivi che, però, devono essere ancora accertati.