Fatti

Il dramma dei quattro escursionisti dispersi sul Monte Velino

neXt quotidiano|

monte velino dispersi

Non si fermano le ricerche dei quattro escursionisti dispersi da domenica 24 gennaio sul Monte Velino, in Abruzzo. Tre uomini e una donna, tutti e quattro di Avezzano, partiti l’altro ieri mattina da Massa D’Albe per una gita e travolti – presumibilmente – da una valanga. Ricerche rese difficili dalle condizioni climatiche, che nell’ultime ore sono diventate più favorevoli. Si sta infatti valutando – con una ricognizione aerea e tramite l’utilizzo di tre elicotteri – di portare i soccorsi dall’alto, e trasportare così uomini, cani e attrezzi direttamente nel luogo in cui è stato individuato il segnale del cellulare di uno di loro: si tratta di un’area distante dieci chilometri a piedi dal campo base.

Impegnati nella loro ricerca sul Monte Velino sono, al momento, 51 gli operatori, con altri 20 in arrivo. Ta cui uomini e donne del Soccorso Alpino e Speleologico, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, 118 regionale, Esercito Italiano e Carabinieri. Che – come deciso durante il briefing – non potranno far uso dell’escavatore, ma dovranno scavare a mano con l’uso delle pale. Un’operazione difficile per la quale sono state montate due tende pneumatiche riscaldate, e una postazione radio di raccordo tra campo base e operazioni in quota.

monte velino dispersi 2
Foto Facebook Marco Marsilio

I quattro escursionisti

Tonino Durante – esperto di montagna e appassionato di escursioni ad alta quota – è un commerciante di Avezzano di 60 anni. Gian Mauro Frabotta, 33 anni, anche lui grande appassionato, tanto da essere andato in Nepal  per compiere la missione Imja Tse a 6189 metri d’altitudine. Gli altri due sono una giovane coppia: Valeria Mella, 25enne e Gianmarco Degni, 26 anni. A seguire le ricerche sul Monte Velino, in costante contatto conta Protezione civile e il Soccorso Alpino, c’è anche il governatore della Regione Marco Marsilio, che tramite una nota ha fatto sapere: “Le condizioni meteo non facilitano il lavoro dei soccorritori. Ogni forza è però impiegata nella speranza di trovare al più presto i quattro dispersi. Vi stiamo cercando con tutte le forze».