Politica

Il centrodestra unito protesta perché Conte è senza mascherina(!)

Una rissa surreale alla Camera perché il premier parla senza protezione. Ma è quello che è stato deciso nella capigruppo di ieri in materia di rispetto delle distanze

C’era qualche preoccupazione nelle scorse ore perché l’iniziativa di occupare il Parlamento da parte della Lega aveva spaccato il centrodestra, che si era dissociato dall’iniziativa del Carroccio sostenendo di non essere stato avvertito. Ma per fortuna ora è tutto rientrato, perché quando Giuseppe Conte è arrivato alla Camera per prendere la parola è scattata la protesta dei deputati di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia perché il presidente del Consiglio era senza mascherina (!).

Il centrodestra unito protesta perché Conte è senza mascherina(!)

Con la serietà tipica della forza politica responsabile, a Conte è stato inizialmente impedito di parlare dalle proteste dei deputati delle opposizioni, che hanno richiamato a voce alta il premier e il presidente della Camera, Roberto Fico, gridando “mascherina, mascherina”. Per protesta contro il presidente del Consiglio alcuni deputati leghisti, tra cui Paolo Paternoster – più volte ripreso dal presidente della Camera Roberto Fico – si tolgono la mascherina. Fico ha invitato tutti a indossarla di nuovo, ma le proteste sono proseguite e quindi il presidente ha sospeso la seduta per alcuni minuti. L’Aula è ripresa subito dopo. Il presidente della Camera Roberto Fico ha a quel punto spiegato che Conte era senza protezione perché si rispettava la distanza necessaria tra i banchi del governo: “Lo abbiamo detto in conferenza dei capigruppo ieri, coi questori. Se c’è qualche problema si torna in conferenza dei capigruppo e rifacciamo daccapo la discussione”, ha detto Fico. Ma la protesta è continuata.

conte senza mascherina

“Mi sono informato in anticipo sulle norme per la mascherina. Rimetto al Presidente della Camera” la decisione “dell’applicazione delle norme”, ha detto il presidente del Consiglio. Fico è stato costretto a intervenire nuovamente: “La distanza, dai banchi del governo è la stessa… è identica. Il governo non può dare le spalle all’emiciclo, da questa distanza di sicurezza si può parlare senza mascherina è stato deciso in Capigruppo, se poi ci si sente poco sicuri allora torniamo in Capigruppo e si prendono altre decisioni”. Ma le proteste sono continuate. Alcuni deputati della Lega hanno tolto le mascherine obbligatorie quando si sta seduti sui propri banchi in Aula. “E’ inutile questo braccio di ferro, qual è il motivo di questo comportamento? E’ un muro inutile”, ha insistito Fico. “Va bene -ha subito replicato il capogruppo di FdI Lollobrigida- significa che qualsiasi deputato che non ha colleghi davanti può fare come i membri del governo”. Il presidente della Camera ha dovuto comunque sospendere per pochi minuti la seduta e l’ha fatta riprendere dopo essersi accertato che tutti i parlamentari nell’emiciclo indossassero la mascherina, compreso il deputato leghista. Quindi ha dato la parola al premier Giuseppe Conte che ha cominciato il suo intervento.

Leggi anche: La Lega occupa il Senato ma quando inizia la seduta del DEF Salvini ha da fare