Attualità

Il Boeing 737 che si schianta a Rostov

boeing 737 rostov

Un Boeing 737 proveniente da Dubai si è schiantato in fase di atterraggio all’aeroporto di Rostov-sul-Don, nel Sud della Russia, probabilmente a causa della scarsa visibilità. Nello schianto sono morte tutte le 62 persone a bordo, 55 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio. Il Boeing 737 della compagnia aerea low-cost Flydubai “si è disintegrato con l’impatto a terra”, ha specificato il ministero delle Situazioni d’urgenza russo. È stata avviata un’inchiesta per determinare l’eventuale violazione delle regole di sicurezza del trasporto aereo. L’aereo stava effettuando “un secondo tentativo di atterraggio a causa delle cattive condizioni meteorologiche (…) quando una delle ali ha sfiorato terra ed ha cominciato a rompersi”. L’incidente è avvenuto attorno alle 5 del mattino, ora locale.

Il Boeing 737 della FlyDubai “si è schiantato in condizioni di scarsa visibilità, circa 50-100 metri a sinistra della pista”, spiegano fonti dei servizi di controllo aerei citati da Russia Today. “Secondo i dati preliminari, lo schianto è avvenuto durante un secondo tentativo di atterraggio”, aggiunge una fonte della Interfax. Il volo “aveva 55 passeggeri a bordo. Tutti sono morti”, ha dichiarato alla Tass un portavoce del ministero regionale delle Emergenze. L’aeroporto – aggiunge l’agenzia russa – è stato chiuso e le squadre d’emergenza stanno operando sul posto, dove hanno già domato le fiamme in seguito all’incidente.