Fatti

Il 92enne in pericolo di vita per l'aggressione di un cinghiale

neXt quotidiano|

cinghiali lungomare genova animalisti -1

È caccia al cinghiale in provincia di Modena e Mantova. Sono in azione da ieri pomeriggio, le pattuglie della Polizia provinciale di Modena nella zona della bassa modenese, “per la ricerca e il contenimento” del cinghiale che ha attaccato un uomo a San Giovanni del Dosso, Comune del mantovano che confina con quelli della bassa modenese di Concordia e Mirandola, caricandolo e mordendolo.

L’azione, racconta l’agenzia DIRE, è eseguita in stretto coordinamento con la Polizia provinciale di Mantova e vede impegnate due pattuglie di agenti e il nucleo di controllo faunistico degli ungulati, che stanno compiendo azioni di monitoraggio anche in queste ore, alla ricerca di eventuali tracce dell’animale anche nel territorio modenese. Gli agenti, avvisa la Provincia di Modena, “raccomandano la massima prudenza e invitano a segnalare avvistamenti sospetti di cinghiali in zona”

Il 92enne in pericolo di vita per l’aggressione di un cinghiale

Il figlio e il nipote del 92enne stavano lavorando nei campi, quando l’anziano ha sentito abbaiare con insistenza il cane. E’ uscito di casa e si e’ trovato davanti il cinghiale, che lo ha caricato e morso, lasciandolo a terra in gravi condizioni. E’ stato portato in elisoccorso all’ospedale di Cremona. L’uomo e’ tuttora in pericolo di vita, dopo l’amputazione di un braccio e una gamba. La sindaca di San Giovanni del Dosso, Angela Zibordi, ha chiesto alla popolazione di prestare la massima attenzione, anche di notte in auto. “Raccomandiamo attenzione – scrive – anche nei confronti dei vostri animali di piccola taglia e soprattutto per l’incolumita’ delle persone”.

Il dramma dell’anziano attaccato da un cinghiale “è la punta dell’iceberg di una situazione fuori controllo con una escalation di danni, aggressioni e incidenti stradali determinati dalla incontrollata proliferazione degli animali selvatici per il numero dei cinghiali presenti in Italia che ha superato abbondantemente i 2,3 milioni”. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’aggressione subita in una corte agricola a San Giovanni del Dosso, in provincia di Mantova da un 92enne che ha subito l’amputazione del braccio destro e di parte della gamba sinistra a causa di un cinghiale.

“I cinghiali– sottolinea la Coldiretti- si spingono sempre più vicini ad abitazioni e scuole, fino ai parchi, distruggono i raccolti, aggrediscono gli animali, assediano stalle, causano incidenti stradali con morti e feriti e razzolano tra i rifiuti con evidenti rischi per la salute. La situazione è diventata insostenibile in città e nelle campagne con vittime e danni economici incalcolabili alle produzioni agricole ma- sottolinea Coldiretti- viene compromesso anche l’equilibrio ambientale di vasti ecosistemi territoriali in aree di pregio naturalistico con la perdita di biodiversità sia animale che vegetale”.