Fatti

Iacopo Melio operato d'urgenza: "La vita è un soffio"

@neXt quotidiano|

iacopo melio

Iacopo Melio, giornalista che ha firmato molti articoli di NextQuotidiano, scrittore, attivista e consigliere regionale della Toscana ha comunicato attraverso un post su Facebook di aver rischiato di morire e di aver dovuto affrontare un intervento molto serio. «Sono stato ricoverato d’urgenza perché la mia situazione respiratoria era drasticamente peggiorata a causa della Co2 nel sangue arrivata a un livello incompatibile con la vita, al punto da dover essere risvegliato da un sonno che poteva essere irreversibile», si legge nel post.

Il racconto di Iacopo Melio dell’intervento

«48 ore dopo, il 29 agosto, con un’imprevedibilità che ancora non accetto, mi sono ritrovato a prendere la decisione più difficile: in una sala operatoria la mia vita è cambiata per sempre, qualcuno dice “in meglio” mentre io, guardando la tracheostomia riflessa nello schermo del cellulare, non riesco a vedere niente di positivo nello stare attaccato a un respiratore». Iacopo Melio ha poi spiegato cosa accadrà nei giorni a seguire: un percorso di riabilitazione sicuramente molto lungo che gli consenta di tornare a mangiare, parlare e respirare autonomamente. Melio chiede di rispettare la propria privacy e di non cercare altre informazioni a riguardo oltre a quelle fornite da lui stesso. Melio passa poi a parlare sei suoi impegni lavorativi di consigliere regionale, scrivendo: «Per quanto riguarda il lavoro, appena mi sarà possibile tornerò attivo, perché al momento sono ancora qui e voglio pur provare a dare un senso a tutto questo. Qualora vedessi che il mio contributo risultasse inutile o fosse del tutto assente, anche da dietro le quinte, prenderò le decisioni più adeguate nel rispetto di tutte le cittadine e i cittadini toscani, delle colleghe e dei colleghi e delle Istituzioni». «La vita è proprio un soffio», conclude Melio.