Attualità

I ristoranti etnici in Italia

Gli italiani amano la gastronomia etnica e la cucina internazionale, tanto da preferirla in qualche caso a quella italiana. Il Fatto Quotidiano, in un articolo a firma di Virginia Della Sala, illustra i risultati di uno studio pubblicato sul sito del governo “Integrazionemigranti”: «Metà di loro ha sperimentato almeno una volta la cucina etnica e il 19% mangia etnico una volta al mese. Dai dati di Unioncamere- Infocamere si evince che dal 2011 al 2014 il comparto ristorazione è cresciuto dell’1,6% e che dei nuovi ristoranti aperti, quasi uno su tre è etnico. Dal 2011 nel paniere dell’Istat, assieme ai tablet, è stato inserito anche il fast food etnico, due anni prima del formaggio grattugiato e del caffè in cialde». I dati della Camera di commercio di Milano aiutano a capire il fenomeno: «Nel 2013, dei circa tremila ristoranti aperti in città (+7% dal 2011), uno su tre è gestito da stranieri. In Lombardia, il 22% delle imprese di ristorazione è straniero. Le cucine regionali, invece, hanno registrato un calo del fatturato pari al 25% e, secondo Fipe-Confcommercio, negli ultimi tre anni è aumentato del 39% il numero di ristoranti e pizzerie gestiti da imprenditori stranieri. «Il dato –spiega il presidente Fipe Lino Enrico Stoppani – segnala la capacità d’integrazione sociale che offre la ristorazione, ma indica anche la difficoltà del settore. È unamanna per il migrante che con maggioredisponibilità al sacrificio guadagnapiù di quanto guadagnerebbe sefosse un lavoratore dipendente».

ristoranti stranieri italia gastronomia etnica
L’infografica del Fatto sulla gastronomia etnica e sulla cucina internazionale in Italia (infografica di Pierpaolo Balani, il Fatto 17 dicembre 2014)