Attualità

I ragazzini di Milano che si sfregiano per sembrare Joker

Un ragazzo di 17 anni e una di 14 sono stati ricoverati a Milano con tagli sul viso che dalla bocca arrivavano alle guance. La minore presentava dei tagli più profondi mentre il 17enne delle lesioni più lievi. Dopo aver detto inizialmente di essere stati aggrediti hanno data una spiegazione più inquetante. Volevano vedere fino a dove arrivava la loro soglia del dolore

milano si fregiano joker

Un ragazzo di 17 anni e una di 14 sono stati ricoverati a Milano con tagli sul viso che dalla bocca arrivavano alle guance. La minore presentava dei tagli più profondi mentre il 17enne delle lesioni più lievi. Dopo aver detto inizialmente di essere stati aggrediti hanno data una spiegazione più inquetante. Volevano vedere fino a dove arrivava la loro soglia del dolore. Scrive La Stampa:

La vicenda però ha innescato una serie di interrogativi, a cominciare proprio dal dubbio che i due – un ragazzo di 17 anni e una ragazza di 14, che è poi finita in ospedale – abbiano voluto farsi del male a vicenda forse per «gioco»: una sorta di scommessa tra i due per capire quanta resistenza potessero provare di fronte a un coltello. Quando lunedì lei si è presentata, accompagnata da lui, al pronto soccorso dell’ospedale del comune poco fuori Milano la risposta data agli operatori dal ragazzo (lei deve ancora essere ascoltata dagli investigatori) – «ci hanno aggredito, era un gruppo di ragazzi che ci ha accerchiato e poi colpito» – è sembrata poco credibile, anche perché nel frattempo il 17 enne è stato sentito dagli investigatori più profusamente e ha raccontato di un inquietante tentativo di sfidare il dolore. «Abbiamo fatto questa prova io e lei per verificare quanto riuscivamo a resistere, volevamo vedere quale fosse la nostra soglia del dolore», ha detto il giovane davanti ai carabinieri che lo ascoltavano increduli. Sul viso dell’amica i tagli erano profondi e partivano dalle estremità delle labbra per poi allungarsi fin sulle guance, proprio a ricordare il celebre ghigno del Joker di Batman, riportato al cinema nel 2019 grazie alla magistrale interpretazione di Joaquin Phoenix. Su di lui, invece, i segni erano più lievi e di certo non gravi.

il ragazzo è stato denunciato alla Procura dei minorenni per “deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso”, ossia il nuovo reato di sfregio introdotto dalla recente legge sul ‘codice rosso’. E’ stato lui infatti a sfregiare la 14enne e poi ha provato a compiere lo stesso gesto su se stesso senza riuscirci. Secondo il procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano Ciro Cascone “Si tratta di due ragazzi sofferenti, che vanno aiutati, l’associazione con Joker è deleteria, si tratta di spinte autolesionistiche che ci sono sempre state tra i ragazzi e che in generale possono essere anche acuite dal lockdown, di ferite che qua sono evidenti e che spesso i ragazzi si fanno in silenzio”