Attualità

I due giornalisti uccisi in diretta in Repubblica Dominicana

luis manuel medina luis martinez omicidio - 2

Uno sconosciuto è entrato nella sede della stazione radiofonica FM103San Pedro de Macorís  ad una settantina di chilometri ad est della capitale della Repubblica Dominicana e ha sparato al direttore della radio Leo Martinez e allo speaker Luis Manuel Medina (che in quel momento era in onda) uccidendoli sul colpo. Anche una donna, Dayana García, che lavora nell’emittente radiofonica come segretaria sarebbe rimasta ferita nella sparatoria mentre il killer si è allontanato e deve ancora essere identificato.

Luis Manuel Medina, assassinato mentre faceva una diretta su Facebook

Luis Manuel Medina, che era il conduttore assieme a Martinez del programma mattuttino “Milenio Caliente“, stava facendo una diretta su Facebook quando ad un certo punto, al di fuori della sala di regia si sentono alcuni spari. Era l’assassino che dopo essersi introdotto all’interno dell’ufficio di Leo Martinez aveva aperto il fuoco. Medina, probabilmente non avendo ben chiaro quello che stava succedendo continua a leggere il notiziario ma ad un certo punto la trasmissione. Medina in precedenza era stato anche cronista sportivo della squadra di baseball domenicana “Estrellas Orientales”. Ad un certo punto si sente la voce della segretaria di redazione dire “tiros tiros” e il video della trasmissione di Medina si interrompe. Dopo pochi istanti il killer ha fatto irruzione nello studio e ha sparato alla testa a Medina uccidendolo.

luis manuel medina luis martinez omicidio - 1
I corpi delle due vittime [fonte: El Espanol]
L’assassino è poi riuscito a fuggire mischiandosi alla folla del centro commerciale Centro Nacional del Este dove ha sede la redazione della radio FM103 e la polizia ha già iniziato l’analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza per individuare il responsabile dei due brutali omicidi.
luis manuel medina luis martinez omicidio
Leo Martinez aveva invece da poco terminato la sua ultima intervista in diretta, intervista che è ancora online sul profilo Facebook del giornalista ed ex professore dell’Università Central del Este (UCE). Non è ancora stato chiarito il movente del duplice omicidio che ha sconvolto la comunità di San Pedro de Macorís. Il presidente dell’ordine dei giornalisti della Repubblica Domenicana ha chiesto che venga condotta un’indagine rapida e approfondita sull’accaduto in modo da portare all’arresto del responsabile (o dei responsabili visto che si ignora al momento se l’assassino abbia avuto dei complici) dell’accaduto. Al momento sono stati fermati tre sospetti ma nei loro confronti non è al momento stata formalizzata alcuna accusa. Riguardo al movente si sospetta che possa essere dovuto all’attività di denuncia dell’inquinamento dell’area protetta della Laguna de Mallén. Qualche giorno fa Martinez aveva organizzato una camminata ecologica per commemorare la scomparsa di Aramis Cordero, un uomo che si era molto impegnato nella difesa dell’area. La polizia però non ha fatto al momento alcuna dichiarazione sul movente dei due omicidi.