Attualità

Greta Beccaglia: il molestatore della giornalista è stato individuato dalla polizia

neXt quotidiano|

Greta Beccaglia molestie Empoli-Fiorentina

Il commissariato di Empoli avrebbe individuato il tifoso che si è reso protagonista delle molestie in diretta tv alla giornalista Greta Beccaglia.

Greta Beccaglia: il molestatore della giornalista è stato individuato dalla polizia

Si tratta di un tifoso della Fiorentina di 45 anni residente ad Ancona, che la polizia è riuscita ad identificare grazie a un controllo incrociato tra il video della molestia e le registrazioni delle telecamere di sorveglianza dello stadio. Grazie ai dati di entrata e uscita dai tornelli dell’impianto sportivo si è così riusciti a dare un nome al molestatore che le aveva dato uno schiaffo sul sedere in diretta tv. La polizia però ancora non si è mossa perché Greta Beccaglia non avrebbe ancora sporto denuncia.

Poche ore fa una persona che si era definita come uno degli uomini che l’avevano molestata aveva commentato così su Facebook: “Ti chiedo umilmente scusa in pubblico per averti molestato in quella maniera. Per favore ritira la denuncia, come vedi ci ho messo la faccia”. La giornalista però aveva ribadito la sua volontà di denunciare quanto accaduto:  “Non mi interessa, non ho letto nulla. Domani (oggi, ndr) presento la denuncia. Quello che è accaduto a me è inaccettabile e non si deve ripetere. Nel mio caso la molestia è stata ripresa in diretta perché ero lì a lavorare”. Secondo quanto scrive Adnkronos anche un altro tifoso della Fiorentina sarebbe stato identificato.  L’uomo, che rischia un’accusa di violenza sessuale, è scappato. Secondo l’agenzia la giornalista ha già presentato denuncia, perchè la procedibilità in questo caso è su querela della vittima.

Intanto l’Associazione Stampa Toscana e il Gruppo Toscano giornalisti sportivi – Ussi, si sono detti pronti a costituirsi parte civile se sarà avviato un procedimento a carico del responsabile della molestia, ai limiti della violenza, a danno di Greta Beccaglia, impegnata in un servizio in diretta Tv dopo Empoli – Fiorentina. Il presidente dell’Ast, Sandro Bennucci, e il presidente del gruppo giornalisti sportivi, Franco Morabito, esprimono “nuova solidarietà a Greta Beccaglia e ribadiscono la condanna dell’inqualificabile gesto”.

“È intollerabile – ha detto Bennucci – che episodi di molestia sessista accadano attorno ad un evento sportivo nei confronti di chi sta facendo il proprio lavoro, proprio all’indomani della giornata in cui tutti hanno espresso il proprio impegno contro la violenza sulle donne. Della vicenda è stata investita la Commissione pari opportunità della Fnsi. Rivolgo anche un appello perché le aziende editoriali, e gli stessi conduttori delle trasmissioni, garantiscano, nell’ambito dell’organizzazione del lavoro, la massima sicurezza degli operatori dell’informazione, ed in particolare delle colleghe, nei servizi in prima linea, dove simili atti potrebbero sciaguratamente ripetersi”.