Fatti

Giuseppe Lenoci, lo studente di 16 anni morto in un incidente stradale durante lo stage

Uno studente di 16 anni è morto in un’incidente stradale all’altezza di Ancona: si chiamava Giuseppe Lenoci, si trovava a bordo del furgoncino della ditta per la quale lavorava in stage

giuseppe lenoci

Giuseppe Lenoci, studente di 16 anni originario di Monte Urano, vicino Fermo, è rimasto coinvolto in un incidente stradale ed è morto mentre svolgeva lo stage nell’ambito di un percorso di alternanza scuola-lavoro. Si trovava in orario di lavoro a bordo di un furgone di una ditta di termo-idraulica, seduto al posto del passeggero, quando il mezzo è finito fuori strada e ha urtato contro un albero a Serra de’ Conti, vicino Ancona. Il guidatore, un uomo di 37 anni, è rimasto ferito e si trova all’Ospedale di Torrette in gravi condizioni, è stato sbalzato fuori dal furgone ed è caduto a diversi metri di distanza. Per il 16enne invece non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo. Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno estratto il corpo del ragazzo dalle lamiere. A dare l’allarme ai soccorritori sono stati altri automobilisti che transitavano su via Fornace.

Giuseppe Lenoci, lo studente di 16 anni morto in un incidente durante lo stage

Giuseppe Lenoci era iscritto al corso triennale presso il centro di formazione professionale “Artigianelli”. La sindaca del comune della provincia di Fermo ha parlato di “tragedia indescrivibile” e di “un dramma che distrugge una famiglia”. “È morto un altro studente in stage, in provincia di Ancona. Aveva 16 anni. Non è passato neanche un mese dalla morte di Lorenzo Parelli“, afferma in una nota il Fronte della Gioventù Comunista. “Quello che sta succedendo in Italia è sotto gli occhi di tutti. Questa è la scuola che hanno voluto governi e padroni. Sappiamo cosa fare, nessuno ha più scuse. Il 18 febbraio gli studenti saranno in piazza in tutta Italia contro alternanza, maturità e repressione subita”, ha dichiarato Lorenzo Lang, Segretario Nazionale del Fronte della Gioventù Comunista. È uno dei più attivi promotori delle proteste che in queste settimane hanno portato molti studenti in piazza per protestare in seguito alla morte di Lorenzi Parelli, il diciottenne rimasto schiacciato in un’azienda vicino Udine nell’ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro. “Vogliamo sicurezza dentro e fuori le scuole – fa sapere in un comunicato l’Unione degli studenti – e vogliamo che l’alternanza scuola-lavoro e gli stage vadano aboliti a favore dell’istruzione integrata che metta in critica il sistema produttivo attuale per costruire dai luoghi della formazione un modello diverso di società”. La nota spiega come il giovane stesse “svolgendo un periodo di stage curriculare nel campo della termo idraulica”.