Fatti

Il ginecologo che propone rapporti sessuali con lui per prevenire il tumore all'utero

neXt quotidiano|

ginecologo bari tumore utero papilloma virus rapporti sessuali

Diagnosticava falsi tumori all’utero o metteva in discussione i risultati dei pap test, proponendo come unica soluzione alle donne che si facevano visitare quella di avere un rapporto sessuale con lui, “uno dei pochi vaccinati in Italia contro l’Hpv”, per “bonificarle” e “immunizzarle”. Un ginecologo di Bari di 68 anni, Giovanni Miniello, in pensione ma che ancora esercita la professione in uno studio privato nel centro del capoluogo pugliese, è finito nel mirino della Procura, oltre che dell’ordine dei medici, dopo la pubblicazione di alcuni filmati che lo incastrerebbero documentati da Le Iene. Non è indagato, ma i magistrati hanno aperto un’indagine conoscitiva senza ipotesi di reato. “Ho salvato tante donne dal cancro – si vantava con un’inviata del programma munita di telecamera nascosta – e tutte quelle con cui ho avuto contatti si sono negativizzate”. Per “contatti”, l’uomo intendeva rapporti sessuali. Alla donna dei filmati, Miniello ha perfino diagnosticato il Papilloma virus, nonostante fosse sana, paventando il rischio di tumore all’utero e proponendo la sua soluzione.

“Ci sono alterazioni tumorali che non si vedono con il pap test – spiega il medico pensando di non essere ripreso – e anche lei, dopo l’esito negativo del test, dovrebbe trovare un vaccinato per essere bonificata e avere una difesa per eventuali partner”. Per dare peso alle proprie parole, l’uomo si vantava dei risultati ottenuti con altre donne e delle sue pubblicazioni e docenze a Cuba e in Guatemala. Naturalmente, la persona vaccinata designata per la “bonifica” era lui: ha fissato l’appuntamento in una stanza di hotel, dove però viene incalzato sui suoi metodi e risponde: “Faccio questo per un fatto mio di studi e per persone che ho salvato. Tutte le mie scoperte sono nate da osservazioni pratiche. Sarei un pazzo se non avessi avuto risultati”. Il ginecologo rischia inoltre un provvedimento disciplinare per violazione delle norme deontologiche da parte dell’Ordine dei medici di Bari, che lo convocherà forse già oggi per ascoltarlo.