Trend

La storia finita male della gag di Checco Zalone e Amadeus su TeleLombardia | VIDEO

Polemiche non solo per la battuta, ma per la risata del conduttore del Festival di Sanremo

Checco Zalone

Non vive di sola musica, ma anche di polemiche. Come ogni Festival di Sanremo che si rispetti, ecco che a poche settimane dal via della kermesse musicale si accendono i primi “casi”. E dopo la “gaffe” commessa da Gianni Morandi attraverso i suoi profili social, a far discutere è stato il video con cui è stata annunciata la presenza di Checco Zalone sul palco dell’Ariston. Non tanto per la battuta, rivolta ad Amadeus (anche quest’anno alla conduzione e alla direzione artistica), su TeleLombardia, ma per la reazione del conduttore.

Checco Zalone e Amadeus, la gag su TeleLombardia finita male

Il video, trasmesso dal Tg1 e dai canali social ufficiali del Festival di Sanremo, mostra Checco Zalone “cedere” alle lusinghe di Amadeus, confermando la sua presenza come super-ospite. E lì arriva la battuta dell’attore comico pugliese: “Dopo non lavorerai più. Al massimo a TeleLombardia”. Un riferimento scherzoso che ha provocato la grassa risata del conduttore. Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che si sono concentrate le principali critiche e polemiche.

A scoperchiare il vaso di Pandora è stato Fabio Ravezzani, giornalista e volto storico dell’emittente lombarda (che trasmette in tutta Italia): “Spiace deludere Amadeus, ma una persona che ride così sguaiatamente su colleghi di un’altra tv noi non la manderemmo mai in onda. Questione di stile”. Il giornalista, poi, ne ha anche per Enrico Mentana che aveva condiviso la notizia delle “polemiche” tra Amadeus e TeleLombardia affermando: “Sensazionale senso dello spirito del direttore dell’emittente locale: vuole dare lezioni di stile a Zalone. Satira contro comicità involontaria”.

Il problema, dunque, non è l’ironia utilizzata dal comico pugliese, ma la reazione di Amadeus.