Attualità

Francesco Boccia e il presunto plagio al concorso universitario

francesco boccia plagio concorso universitario

Il Fatto Quotidiano racconta oggi una curiosa circostanza che vede impelagato il deputato del Partito Democratico Francesco Boccia, nientemeno che presidente della Commissione Bilancio della Camera, che ha vinto un concorso di professore associato presso il dipartimento giuridico dell’università del Molise presentando, tra gli altri lavori, una pubblicazione plagiata.
Tutto è accaduto nell’ottobre del 2016, come racconta Elena Ciccarello:

Agli atti del concorso la pubblicazione copiata risulta tra le 12 allegate dal candidato e sottoposte alla commissione. Il testo in questione è The regulation of local public services between authority and market: United States and Tax increment financing. The case of Chicago, pubblicato nella collana LIUC Papers il 16 dicembre 2004. Il testo, uno dei tre in inglese presentati dal deputato, risulta composto dall’unione di interi brani contenuti in lavori scientifici altrui, che non compaiono tra le fonti.
Si tratta della ricerca di Lori Healey e John F. McCormick, Urban Revitalization and Tax Increment Financing in Chicago, pubblicata su Government Finance Review nel dicembre 1999, e di alcune parti del capitolo di RachelWeber TaxIncrement Financing in Theory and Pract ic e pubblicato nel 2003 nel volume Financing Economic Development in the 21st Centu ry, curato da Sammis B. White e altri per l’editore newyorchese M. E. Sharpe.

 
francesco boccia
Le anomalie della pubblicazione in questione sono emerse soltanto dopo la chiusura della selezione:

A metà dicembre 2016 il testo, che fino ad allora figuravacome opera originale anche sulla pagina web personale del deputato, subisce un improvviso declassamento a “consiglio di lettura”. Vengono realizzate due modifiche. Nella raccolta online dei LIUC Papers il file viene sostituito e sotto il titolo viene inserita la dicitura “letture consigliate”, con il riferimento ad una delle pubblicazioni copiate. Anche il curriculum online di Boccia viene modificato attraverso la sostituzione della voce “pubblicazioni ” con la dicitura “pubblicazioni e consigli di lettura”.

francesco boccia plagio concorso universitario 1
Boccia, in un’intervista al Fatto, ha respinto tutte le accuse:

Guardi le confesso che la lista l’ho mandata d’ufficio , non ho nemmeno controllato, perché avrò almeno 20-25 pubblicazioni. Escludo categoricamente che questa roba abbia potuto influire su qualsiasi valutazione che riguarda la mia persona. Tra l’altro le confermo che io ho fatto un trasferimento a Campobasso semplicemente per aiutare un’Università del sud a fare un po’di attività scientifica sui temi sui quali io sono in aspettativa obbligatoria senza assegno. Poi non so a quale LIUC paper lei fa riferimento..
A quello sul Tif di Chicago…
Quello non è mioe l’ho presentato a un seminario. È una lettura consigliata..
L’anomalia è che sia stata presentata in un concorso…
Se è finita nella lista delle cose trasmesse a Campobasso è assolutamente ininfluente.. Stiamo parlando di una collana dipartimentale, che ha valore “zero”. Penso che siano state prese in fretta e furia le ultime cose che comparivano sul mio sito, tutto qui. E che la valutazione sia stata fatta sulle mie monografie, che sono assolutamente valutabili.