Attualità

Il focolaio del San Raffaele arriva a 55 casi (e a Guidonia)

Al conto si aggiunge un’altra morte sospetta (la seconda), quella di un anziano di Rieti dimesso dalla struttura e deceduto al Covid center di Casalpalocco, mentre una anziana è ricoverata allo Spallanzani in condizioni critiche

clinica san raffaele rocca di papa

Ci sono altri 14 contagiati dal Coronavirus SARS-COV-2 nel focolaio del San Raffaele che fanno salire il totale a 55 casi. E al conto si aggiunge un’altra morte sospetta (la seconda), quella di un anziano di Rieti dimesso dalla struttura e deceduto al Covid center di Casalpalocco, mentre una anziana è ricoverata allo Spallanzani in condizioni critiche. In più si rischia una coda del cluster a Guidonia, dove un uomo di 88 anni è tornato a casa dopo essere stato dimesso dall’IRCCS di via della Pisana infettando nove familiari tra cui la figlia che lavora come vigilessa nel Comune.

Il focolaio del San Raffaele arriva a 55 casi (e a Guidonia)

I 14 nuovi positivi legati al focolaio sono compresi nei 23 nuovi casi registrati oggi nel Lazio. Continuano ad aumentare i guariti che sono 4.515 totali. Dei primi 702 test ai drive-in sono risultati positivi in 5 (3 a Casal Bernocchi e 2 all’ex ospedale Forlanini) e la Asl darà comunicazione ad ognuno dei casi compresi quelli risultati negativi. I casi segnalati risultano nei territori della Asl Roma 1, Asl Roma 3, Asl Roma 4, Asl Roma 5 e Asl Roma 6. Il caso di Asl Roma 5 ha generato 17 contatti per un totale di contact tracing di oltre 100 unità e al momento 9 casi positivi confermati. I decessi sono stati 3, mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 65 nelle ultime 24 ore e complessivamente raggiungono le 4.515 unità.

coronavirus numeri lazio
Coronavirus: i numeri del Lazio (Il Messaggero, 10 giugno 2020)

Il Messaggero scrive oggi che per i casi del San Raffaele la Asl Roma 5 ha avviato una propria indagine epidemiologica e sta richiamando tutti i contatti dei nove positivi, si tratta di almeno cento persone che dovranno sottoporsi al test sierologico o direttamente al tampone, compresi i colleghi con cui la vigilessa ha condiviso ufficio, turni e pattugliamenti.

Il sindaco della cittadina, ieri, con un video-messaggio ha informato la comunità affermando che i contagi riguardano tutti uno stesso nucleo familiare che vive nellostesso stabile, definendo la situazione «sotto controllo», ma raccomandando comunque prudenza e l’uso della mascherina. Per sapere, però, con maggiore sicurezza, se il Covid veicolato dalla San Raffaele fino a Guidonia si sia effettivamente fermato alla sola famiglia dell’88enne bisognerà aspettare gli esiti dello screening.

I parenti, fra l’altro, hanno chiesto chiarimenti sulle procedure di dimissione dell’anziano che sarebbe stato, dunque, mandato a casa positivo nonostante continuasse ad avere necessità dell’ossigenoterapia, quando le difficoltà respiratorie sono uno dei campanelli d’allarme per infezione da coronavirus. Ieri l’uomo è stato preso in carico dallo Spallanzani.

La Asl Roma 3, nell’ambito della indagine epidemiologica dei pazienti afferiti all’Irccs San Raffaele Pisana e delle azioni di Sanità Pubblica correlate, ha provveduto ad inviare in data odierna gli Sms con la comunicazione dei risultati agli esami effettuati a quanti recatesi ai Drive through di Largo Forlanini e di Casal Bernocchi in data 8 giugno 2020.

Leggi anche: I 41 positivi al Coronavirus nel focolaio del San Raffaele alla Pisana