Attualità

Filippo Gusmano: l'assessore all'agricoltura arrestato mentre irrigava una piantagione di marijuana

assessore marijuana parco dei nebrodi

Filippo Gusmano è l’assessore comunale di un centro della provincia di Messina che insieme al fratello stava irrigando una vasta coltivazione di canapa indiana, composta da più di 300 piante dell’altezza di circa due metri, è stato arrestato dai Carabinieri nel corso di una vasta operazione antidroga condotta nell’area dei Nebrodi. I due alla vista dei carabinieri hanno cercato di fuggire dalla piantagione, realizzata a ridosso di un torrente e mimetizzata nella fitta vegetazione circostante, ma sono stati inseguiti e bloccati dai militari che avevano circondato l’area. Gusmano è assessore all’agricoltura del Comune di San Teodoro e ha 27 anni.

Nebrodi, l’assessore arrestato e la marijuana

L’assessore, di cui non è stata ancora resa nota l’identità, ha 27 anni, il fratello 21. L’operazione, condotta anche con l’ausilio del nucleo elicotteri dello squadrone ‘Calabria’, rientra nella serie dei controlli straordinari in diverse zone impervie del comprensorio in seguito all’agguato nei confronti del presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa organizzata alle 11 nella Compagnia Carabinieri di Santo Stefano di Camastra. Quest’attivita’ che anche nei giorni precedenti ha interessato diverse zone impervie del comprensorio, rientra nella serie dei controlli straordinari disposti a seguito dell’agguato contro il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci.
parco dei nebrodi assessore marijuana 1
Gusmano era stato eletto nel consiglio comunale nel 2013, poi nel 2016 era stato designato assessore all’agricoltura. Si era impegnato di recente nella preparazione della Sagra del Grano e del Castrato che a San Teodoro è una delle feste patronali più conosciute. Ufficialmente faceva l’allevatore e l’agricoltore ma nei fine settimana con il fratello coltivava anche la cannabis. Il capitano Giuseppe Daveni comandante della Compagnia di Santo Stefano di Camastra (Me) dopo gli arresti di oggi ha commentato: “E’ stato un ottimo risultato ma proseguirà incessante la nostra azione insieme al gruppo di cacciatori per i rastrellamenti nel versante nebroideo”.