Fatti

L’ex tesoriere della Lega a Boschi: “Un milione di voti se cacciate Conte”. Ma lei smentisce

L’anticipazione della puntata di Report è stata pubblicata in prima pagina su Il Fatto quotidiano

Boschi

“Un milione di voti se cacciate Conte. Ho detto a Maria Elena che se buttavano giù quel cretino, magari le davamo una mano”. Le frasi che pronuncia a Giorgio Mottola (inviato della trasmissione Report di Rai Tre) l’ex tesoriere della Lega e “gelliano” Gianmario Ferramonti fanno già discutere. L’avrebbe dette lui a Maria Elena Boschi, quando alcune volte l’ha sentita prima che cadesse il governo dell’ex premier. L’anticipazione della puntata che andrà in onda domani sera è stata pubblicata in prima pagina su Il Fatto quotidiano questa mattina, e la deputata di Italia Viva ha già smentito tutto e annunciato querele. Ha detto Boschi:

Il Fatto Quotidiano oggi apre il proprio giornale con un presunto scoop che definire ridicolo o assurdo è riduttivo. Non ho mai parlato con la persona che Il Fatto Quotidiano oggi presenta in prima pagina, né ho risposto ai suoi continui messaggi”.

“E del resto questa stessa persona – priva per quanto io sappia di alcun ruolo e potere – si lamentava perché neanche rispondevo alle sue considerazioni: del resto ricevo sul telefono, via email, sui social centinaia di messaggi da sconosciuti privi di alcuna credibilità sugli argomenti più disparati -prosegue la capogruppo di Iv alla Camera-. Trovo surreale che mi si attribuiscano le opinioni di chi mi scrive e che si definiscano colloqui dei messaggi senza risposta”.

“Quanto alle mie posizioni sul governo Conte esse sono state sempre pubbliche e ufficiali, a cominciare dai vari incontri con l’allora premier a Palazzo Chigi e dalla mia partecipazione alla delegazione ufficiale di Italia Viva nelle consultazioni al Quirinale con il Presidente Mattarella prima e poi nelle consultazioni con i presidenti Fico e Draghi. Quello che pensavo della crisi l’ho detto in tutte le sedi istituzionali e nelle numerose interviste rilasciate”

“Confondere le allucinazioni con gli scoop significa che alcuni organi di informazione vivono purtroppo una crisi profonda che mi dispiace, come cittadina e come sostenitrice di una informazione di qualità. Mi riservo, ovviamente, di tutelare la mia immagine nelle forme e nelle sedi più opportune”.