Attualità

#Familypride: il presidio di Forza Nuova contro il Milano Pride

Giovanni Drogo|

Il 27 giugno a Milano ci svolgerà la terza edizione del Milano Pride, tutti sono invitati, chi non vuole è libero di non andarci. Gli organizzatori hanno garantito che chi ci andrà non diventerà omosessuale e che gli arcobaleni colorati e le piume di struzzo non danneggeranno le vetrine. Insomma una manifestazione pacifica. E questo è inaccettabile per “le camicie bianche di Forza Nuova” che faranno un presidio contro il Pride. Il che significa che se ne staranno fermi sotto un gazebo a guardare male i “sodomiti” stando ben attenti a non fare diverse cose. Divertirsi, farsi sorprendere a invidiare il fisico di quei bei tipi virili e muscolosi vestiti di pelle o a eccitarsi guardando le drag queen e le trans.
 
forza nuova pride milano
IL COMUNICATO DI FORZA NUOVA
Chissà quanto ci hanno messo i bravi ragazzi di FN a scrivere il comunicato stampa dove Forza Nuova descrive l’apocalisse omosessuale. Scene terribili quelle di una città devastata dalle bolle di sapone, dalle minigonne e dalla musica dove le massime autorità cittadine andranno a “dispensare diritti ad ogni perversione”. È proprio vero, Lo Sai e l'apologia della discriminazione fatta da dietro un dizionario

Lo Sai e l’apologia della discriminazione fatta da dietro un dizionario

 
IL CALL CENTER PER I GENITORI
A dicembre scorso Forza Nuova aveva aperto un call center per consentire ai soliti genitori preoccupati di denunziare gli episodi di propaganda omosessualista nelle scuole dei loro figli. Ad esempio quante volte il vostro bambino ha dovuto disegnare un arcobaleno? Questo è uno degli indicatori della propaganda omosessualista.

Foto copertina Giovanni Cunico via Facebook.com