Fatti

Cos’è realmente successo a Facebook, Instagram e Whatsapp

L’azienda di Menlo Park ha diramato un comunicato in cui spiega le dinamiche che hanno portato al down che ha bloccato i social per moltissime ore

Facebook Down

Lunedì 4 settembre rimarrà alla storia come il giorno del Facebook Down. Tutto l’ecosistema social gestito da Menlo Park, infatti, ha smesso di funzionare nel pomeriggio di ieri: da Whatsapp a Messenger, fino ad arrivare a Instagram. Ore di “buio” totale, con molti utenti che si sono “spostati” su Twitter e sulle altre applicazioni di messaggistica istantanea per rimanere in contatto con amici e familiari. Ma cosa è successo? La stessa azienda prova a spiegare le dinamiche che hanno portato a questa “interruzione dei servizi”.

Facebook down, cos’è successo e perché i social si sono bloccati

“I nostri team di ingegneri hanno appreso che le modifiche alla configurazione sui router dorsali che coordinano il traffico di rete tra i nostri data center hanno causato problemi che hanno interrotto questa comunicazione. Questa interruzione del traffico di rete ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui comunicano i nostri data center, interrompendo i nostri servizi – si legge nella nota pubblicata sul blog di Facebook -. I nostri servizi sono ora di nuovo online e stiamo lavorando attivamente per riportarli completamente alle normali operazioni. Vogliamo chiarire in questo momento che riteniamo che la causa principale di questa interruzione sia stata una modifica alla configurazione errata”. Problemi che hanno reso – secondo la versione ufficiale dell’azienda – complicata anche la risoluzione di questa situazione dall’interno: quell’errore di configurazione, infatti, ha reso inaccessibili anche diverse funzionalità che gli “sviluppatori” utilizzano per risolvere eventuali problematiche tecniche.

Il ritorno online intorno alla mezzanotte tra lunedì 4 e martedì 5 ottobre. Ma non tutto è ancora tornato a funzionare alla perfezione. I servizi di Whatsapp hanno mostrato ancora difetti (dopo esser “tornata” online, l’app non consentiva a tutti di inviare messaggi), mentre il caricamento di feed e stories su Instagram è apparso lacunoso fino alle prime ore di questa mattina. E il Facebook down potrebbe lasciare strascichi nelle prossime ore (e forse nei prossimi giorni).

Oltre ai problemi di accesso e caricamento di contenuti (aspetto che, ovviamente, ha riflessi anche commerciali visto l’impatto sugli influencer che con il digitale ci vivono), un altro tema molto importante è quello della protezione dei dati personali. Facebook ha spiegato che, al momento, non vi siano evidenze di violazioni: “Non abbiamo prove che i dati degli utenti siano stati compromessi a causa di questo tempo di inattività”

(foto IPP/Capital Pictures)